mercoledì 3 febbraio 2016 redazione@sora24.it

Tersigni replica a Bono: «Commissariato all’ex Tribunale? Proposta priva di ogni fondamento»

In merito alla vicenda della nuova sede del Commissariato di Polizia, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota a firma del sindaco di Sora, Ernesto Tersigni: «Secondo una avventata proposta avanzata da Rosalia Bono, la sede del Commissariato di Polizia si sarebbe dovuta collare all’interno del Palazzo dei Minori Conventuali, ex sede del Tribunale, spostando la Biblioteca comunale e l’Archivio storico nel Palazzo Baronio (clicca qui per leggere l’articolo). Mi preme sottolineare che questa di ipotesi, oltre ad essere priva di qualsiasi fondamento, va completamente contro la decisione del Consiglio comunale che, quando fu chiamato a decidere sullo spostamento della Biblioteca nella ex sede del Tribunale, votò quasi all’unanimità in maniera favorevole. In quella circostanza votarono per il no unicamente due consiglieri di minoranza.

L’ampio consenso raggiunto sull’argomento è figlio di una decisione ponderata, basata su specifiche motivazioni, legate ad un progetto più ampio sulla cultura. La scelta del trasferimento della Biblioteca e dell’Archivio è ricaduta sul Palazzo dei Minori Conventuali perché la struttura, per le sue caratteristiche, si identificava come “sede naturale” dei servizi culturali. Il museo, con la sezione storica ed espositiva, si è arricchito ulteriormente con la Biblioteca e l’Archivio storico.

Anche la Soprintendenza dei Beni Librari di Roma ha condiviso la scelta dell’amministrazione definendo la sede non solo adeguata ma anche prestigiosa. Con piacere ad oggi posso affermare che si è trattato di una scelta giusta e lo dimostra la più che positiva risposta dell’utenza. È cresciuto notevolmente il numero coloro che usufruiscono della biblioteca e di tutti gli altri servizi offerti. Altro elemento da non sottovalutare è che la struttura era immediatamente fruibile e si prestava perfettamente all’idea di creare un Palazzo della cultura per la città.

Per quanto riguarda il Palazzo Baronio, invece, ci sono una serie di motivazioni che lo escludevano come possibile sede per la Biblioteca. In primis la presenza di una convenzione che concede in comodato d’uso all’Università di Cassino i locali fino al 2024, da cui sarebbe stato possibile uscire solo nei tempi tecnici e giuridici richiesti. In secondo luogo i locali non sono idonei ad ospitare un patrimonio librario di oltre 25.000 volumi.

Ricordo ai miei concittadini che la cultura per questa amministrazione rappresenta una priorità ed è obbligo mio e di chi governa accanto a me salvaguardare e sviluppare il settore culturale. La problematica della sede del Commissariato di Sora per noi è una priorità, per questo abbiamo fatto e continueremo a fare di tutto affinchè si trovi una soluzione adeguata per la Polizia, per i cittadini e per le casse comunali. Ciò però non significa che la ricerca della sede sia di pertinenza del Comune o del Sindaco di Sora e che questo argomento possa essere utilizzato spudoratamente a fini propagandistici ed elettorali. L’interesse verso le esigenze delle Forze dell’ordine ritengo che questa amministrazione lo abbia dimostrando ampiamente dando una nuova sede alla Guardia di Finanza, alla Polizia Locale e con i lavori alla sede dei Carabinieri».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti