sabato 22 agosto 2015

Torna a grande richiesta a Sora: “Festate in Fiera 2015”

5 Eventi Musicali con la collaborazione di MUSICLETTER.IT e Liri Blues 2015

Mercoledì 2 settembre 2015
Gruppo Sora Centro
Orchestrina Biancosarti

Giovedì 3 settembre 2015
Odiens
Sadside Project

Venerdì 4 settembre 2015
Original Slammer Band
Luca Sapio & the Dark Shadows

Sabato 5 settembre 2015 (serata Liri Blues)
Paolo Bonfanti

Domenica 6 settembre 2015
Rock Machine

Luca Sapio & The Dark Shadows
Luca Sapio è uno dei migliori vocalist bianchi della scena soul contemporanea. Già membro dei Quintorigo e dei Black Friday con Adriano Viterbini, il soulman italiano ha condiviso il palco con musicisti del calibro di Paul Weller, Trombone Shorty, Lady e Sharon Jones & The Dap-Kings. Ha all’attivo due album, Who Knows del 2012 e Everyday Is Gonna Be The Day del 2014, entrambi prodotti dal guru della soul music Thomas Brenneck (l’uomo dietro il successo di Charles Bradley e al fianco di artisti come Amy Whinehouse, Cee-Lo Green ed Erykah Badu, giusto per fare qualche nome). La sua smisurata passione per il soul e il rhythm’n’blues lo ha portato a raccontare le storie più assurde e oscure di questo mondo intervistando le leggende della musica afroamericana ai microfoni di RadioRai2 nella sua trasmissione “Latitudine Black”. The Dark Shadows è la formazione che lo accompagnerà in un incredibile show che, oltre a far divertire, saprà toccare il cuore e l’anima di tutti.

Paolo Bonfanti
Con un passato alle spalle di tutto rispetto che lo ha visto prima frontman dei Big Fat Mama e poi con i Downtown (supergruppo formato con il sassofonista Dick Heckstall-Smith, Mickey Waller e Bob Brunning), Paolo Bonfanti è uno dei più importanti musicisti della scena rock blues italiana che nel suo percorso artistico ha incrociato figure come Fabio Treves e Beppe Gambetta in una memorabile tournée europea con Gene Parsons dei Byrds. Il suo primo album da solista è On My Backdoor Someday del 1994, anno in cui Bonfanti viene invitato a partecipare al “South by Southwest” di Austin, in Texas. Una carriera solista che lo porterà ad accompagnare con la sua band anche il grande Roy Rogers. Gli ultimi suoi lavori discografici sono Friend of a Friend del 2014 con Martino Coppo e Back Home Alive del 2015. Il musicista, cantante e produttore italiano sarà sul palco di Festate con la sua musica e la sua energia.

Sadside Project
Nato inizialmente come classico duo garage rock, nel tempo i Sadside Project si sono trasformati in un vero e proprio collettivo aperto in grado di cambiare i suoi numeri in base alle esigenze musicali. Voyages Extraordinaires è il titolo della loro terza fatica discografica di recente pubblicazione: esempio lampante del talento e dell’eclettismo di questa formazione romana che da qualche anno a questa parte dà vita a spettacoli adrenalinici attraverso una miscela esplosiva e toccante di rock and roll, folk e blues. Musica alternativa come non l’avete mai ascoltata tra distorsioni e sonorità tradizionali. Saltare questo appuntamento dal vivo sarebbe quasi un reato.

Rock Machine
Rock Machine è una formazione composta da musicisti professionisti di grande esperienza che provengono da importanti situazioni musicali: live tour di alto livello (Gloria Gaynor, Stef Burns League, Omar Pedrini, Eugenio Finardi, Enrico Ruggeri, Irene Grandi, Alberto Fortis, Neffa, La Notte delle Chitarre con Maurizio Solieri, Max Cottafavi, Cesareo di Elio e le Storie Tese, Ricky Portera e tanti altri), trasmissioni televisive (Io Canto, The Voice) e concerti nei più prestigiosi club di tutta Italia. Lo spettacolo è pensato e strutturato cercando di proporre una scaletta che senza dubbio ha come protagonista la storia del rock (Queen, AC/DC, The Police, Boston, The Who, David Bowie, Rolling Stones, Beatles), andando a rispolverare con arrangiamenti nuovi e moderni anche artisti come Jimi Hendrix, Neil Young, Cat Stevens, Toto, Phil Collins, Manic Street Preachers e tanti altri ancora. Rock Machine vi porterà in una dimensione sonora senza troppi compromessi, carica di adrenalina ad alto volume, per il piacere di suonare insieme buona musica e coinvolgere il pubblico con l’energia che solo il rock sa trasmettere.

Odiens
L’immaginario di riferimento dei giovani Odiens sono gli anni ’60, soprattutto il movimento beat italiano che va da Nico e i Gabbiani ai Camaleonti, passando per l’Equipe 84, i Corvi, i Giganti e tantissimi altri ancora. Prima Incisione è il titolo del loro album d’esordio, pubblicato lo scorso febbraio, che racchiude undici brani originali che mettono insieme sonorità sixties e canzone d’autore italiana con quell’attitudine indie rock contemporanea tipica delle formazioni anglosassoni. Cinque ragazzi di oggi innamorati degli anni ’60 che non dovete assolutamente perdere di vista.

Original Slammer Band
L’Original Slammer Band sono i padrini del genere musicale Blob, termine preso in prestito dalla fortunata e geniale trasmissione di Rai 3, che pur rimanendo invariato nel concetto ora trova una nuova versione, questa volta musicale. Il loro pentagramma è uno zibaldone di rimandi stilistici, campionamenti, suggestioni, il tutto estrapolato dalla storia della musica senza limiti di sorta, trovando il filo rosso che va dal cabaret di Petrolini alla techno più industriale. Ma è il suono caldo del reggae e del blues a mantenere la coerenza del tutto. Cinque dischi all’attivo, nell’ultimo lavoro Il Pasticcio lo stile si è ulteriormente raffinato, soprattutto grazie alla bella interpretazione del cantante Edoardo Inglese, che scrive con intelligenza testi degni di nota. Da segnalare, nel nutrito curriculum della band, Il Premio Lunezia nel 2010, la sigla del programma televisivo “Gazebo” su Rai 3 nonché la colonna sonora del film “Arance e martello” edizioni Fandango.

Orchestrina Biancosarti
L’Orchestrina Biancosarti è una piccola ensemble formata da tromba, sax/clarinetto, tuba, chitarra e voce, che reinterpreta con arrangiamenti originali il repertorio della musica leggera italiana degli anni ’50 e ‘60. Il sound originale della band porta indietro nel tempo attraverso brani celeberrimi come Vivere, Chella là e Luglio suonati con strumenti acustici e in una veste completamente nuova.

Gruppo Sora Centro 2.0
Il Gruppo Sora Centro 2.0 nasce a Sora nel 1976 nel retrobottega della “Casa Musicale Vicini”, messo a disposizione generosamente, insieme anche agli strumenti musicali, dalla titolare signora Elisa. La band propone brani musicali di diverso genere: dalla musica leggera al pop, al rock.

Raffaele Sciarretta – Sora24

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24