10 gennaio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 467 VOLTE

Tribunale: il Consiglio di Stato respinge il ricorso del Comune di Sora

Il consolidamento del Tribunale di Cassino è ormai realtà ed in tal senso si è espresso anche il Consiglio di Stato che ha respinto il ricorso presentato dal Comune di Sora contro la precedente sentenza con la quale il TAR del Lazio, sezione distaccata di Latina, aveva confermato la legittimità del trasferimento degli uffici sorani presso la sede del centrale del Tribunale cassinate. Il massimo organo di giustizia amministrativa ha respinto il ricorso presentato dal Comune di Sora adducendo le motivazioni riportate di seguito: “sulla scia dei precedenti della Sezione (cfr. 02373 del 26.6.2013) e della sentenza n. 237/2013 della Corte Costituzione, gli atti organizzativi impugnati appaiono del tutto ineccepibili; i profili connessi alle difficoltà organizzatine devono essere ritenute comunque di carattere contingente e transeunte; conseguentemente non è ravvisabile alcun danno irreparabile giuridicamente meritevole di tutela.

“Per quanto emerso anche dalla sentenza del Consiglio di Stato, l’impegno dell’Amministrazione è quello di continuare sulla strada intrapresa sin dal momento in cui il Governo centrale ha deciso questo nuovo assetto giudiziario nel nostro territorio. Siamo certi che, come finora è stato fatto, gli uffici giudiziari del Tribunale di Cassino, oggi implementati con le sedi distaccate di Sora e Gaeta, continueranno a svolgere egregiamente il proprio lavoro, favorendo quella collaborazione necessaria per garantire un servizio efficiente ed efficace nell’interesse dei cittadini del territorio.” Questo il commento del sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a seguito della sentenza emessa in data odierna dal Consiglio di Stato.

Commenti

wpDiscuz
Menu