martedì 14 luglio 2015 redazione@sora24.it

Ugl su Ospedale SS. Trinità: «Chiudere un reparto è interruzione di pubblico servizio»

Nei giorni scorsi anche la segreteria provinciale dell’Ugl è intervenuta sulla situazione riguardante l’ospedale SS. Trinità e la sua carenza di personale. Questo il testo della nota stampa a firma del segretario Rosa Roccatani, indirizzata a tutti i vertici istituzionali provinciali e regionali.

«Una nota datata 30/06/2015, a firma del Dr. Costantino Testani, Responsabile della U.O.C. Ostetricia – Ginecologia di Sora, comunica alla Direzione Generale della ASL, il blocco dei ricoveri a far data dal 15.07.2015; il motivo di tale decisione è da ricercarsi nella gravissima mancanza di personale dirigente/medico, che non consente la copertura dei turni di guardia e i conseguenti Livelli Essenziali di Assistenza, oltre ad essere un potenziale alto rischio per la salute delle pazienti.

Vi è di più, voci di corridoio riferiscono che, a breve, le U.O. Cardiologia UTIC, Ortopedia Traumatologia e Pediatria Neonatologia del predetto Ospedale, verranno chiuse (la cui causa sarebbe riconducibile sempre alla Carenza di personale).

Singolarmente e contrariamente, il Sindaco di Sora Ernesto Tersigni, in un articolo apparso su Sora24, assicura che le UU.OO. Ostetricia – Ginecologia e Pediatria, non chiuderanno neanche per un secondo, e di avere avuto dall’Asl Fr. -nelle persona del Direttore Generale, Prof.ssa Mastrobuono e Direttore Sanitario, Dott. Roberto Testa-, assicurazioni di un celere impegno di potenziamento e rafforzamento dei reparti stessi.

Le discrasie dei punti precedenti, rappresentano un enigma, che preoccupa e defatiga la Comunità che afferisce al Presidio Ospedaliero di Sora (Utenza e personale); l’enigma è ancora più inspiegabile perché, come è sotto gli occhi di tutti, nel su citato Presidio è in corso una frenetica realizzazione di vari lavori edili.

Pertanto, si chiede alle SS.LL. di rispondere se:

  • è vero che il Responsabile di Ostetricia e Ginecologia, a cui va la Ns. indiscutibile stima e comprensione, ha comunicato varie volte la mancanza di personale Dirigente Medico. In caso affermativo, quali siano stati gli atti posti in essere da parte di codesta spettabile Direzione Strategica Aziendale alle richieste del Responsabile;
  • inversamente, stante l’urgenza delle richieste, il motivo dell’atteggiamento ELUSIVO da parte del Management Asl Fr.

Inoltre, se è stato, ed è opportuno in una fase di “smantellamento”, come sembra che sia, far eseguire NUMEROSI LAVORI EDILI NEL PRESIDIO IN OGGETTO, stante la congiuntura economica negativa che attanaglia la Nazione.

È d’uopo rammentare alle SS.LL. che ogni comportamento illegittimo, nella fattispecie, la CHIUSURA DEI REPARTI A PARTIRE DAL GIORNO 15.07.2015, da parte di chicchessia, rappresenterebbe, ad avviso di questo Sindacato una “Interruzione di Pubblico Servizio”.

Alla luce di quanto esposto, chiediamo alla Dott.ssa Mastrobuono Direttore Generale, ed al Dott. Roberto Testa Direttore Sanitario, se:

1. è facoltà e potere del Dirigente Responsabile, chiudere i reparti, interrompere un servizio pubblico essenziale;

2. all’opposto, quali provvedimenti intendono adottare nei confronti dell’attuale responsabile;

3. è vero che, gli stessi reparti saranno rafforzati, come assicura il Sindaco di Sora, con il quale, a suo dire, vige un contatto giornaliero, è dovere della pubblica amministrazione smentire formalmente la disposizione di chiusura e, rendere noto, le eventuali concessione di deroghe da parte della Regione Lazio, per le assunzioni di medici Ginecologi da assegnare all’ospedale di Sora e in quello di Alatri, anch’esso da tempo in attesa.

L’UGL Sanità, a tutela dei lavoratori e degli Interessi Diffusi, rimane in attesa di una risposta esaustiva sugli argomenti in parola, con le modalità previste dalle legge 241/90».

Il Segretario Provinciale
Rosa Roccatani

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
scrivi un commento

Commenti

wpDiscuz
scarica la nostra App
Per ricevere le notizie sul tuo smartphone o tablet: clicca qui e scarica gratis l'App
gli articoli più letti