mercoledì 17 aprile 2013 redazione@sora24.it

“Un ospedale da potenziare”: i numeri del SS.Trinità di Sora raccolti dall’Agenas e pubblicati in rete da Wired

Grazie alla segnalazione di una nostra lettrice, stamane abbiamo consultato uno spazio web che, numeri alla mano, descrive i migliori ed i peggiori ospedali su tutto il territorio nazionale. Nel sito, denominato daily.wired.it e visitabile cliccando qui, sono pubblicati pubblica i dati integrali sulla qualità delle cure in tutti i 1.200 ospedali italiani, pubblici e privati, raccolti dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari (Agenas) del Ministero della Salute.

Per ogni ospedale, come riportato da Wired, Agenas ha raccolto gli esiti delle cure per le principali patologie. Sono gli indicatori utilizzati in tutto il mondo e rappresentano le operazioni chirurgiche più comuni, come l’intervento a seguito di infarto oppure per frattura del femore (un parametro prezioso per comprendere la bontà delle cure agli anziani). Per ognuno di questi indicatori, ogni ospedali mostra un valore percentuale: l’indice di rischio.

Ovviamente abbiamo spulciato i dati che più ci interessano, vale a dire quelli dell’ospedale SS.Trinità di Sora. A questi abbiamo aggiunto, per fare un rapido confronto, quelli dei nosocomi di Frosinone e Cassino. In tutti e tre i casi emergono alcune criticità comuni, come quella inerente alla voce “Ictus, mortalità a 30 giorni”. Bisogna aggiungere, tuttavia, che sulla mappa del sito l’ospedale di Frosinone è indicato con il vecchio nome (“Umberto I”), pertanto i dati disponibilii dovrebbero riferirsi al 2011 o al 2010.

La nostra lettrice dopo aver letto i dati del SS.Trinità ha commentato: “A Sora serve una struttura migliore, che non subisca continui tagli e ridimensionamenti”. Noi sottoscriviamo in pieno la sua opinione, e, visto che le criticità maggiori riguardano patologie come l’ictus, approfittiamo dell’occasione per chiedere l’allestimento di una stroke-unit presso il nosocomio di Sora.

Lorenzo Mascolo – Sora24

“DOVE TI CURI”
Legenda: R=Ricoverati; D=Decessi; MN=Media Nazionale decessi

SORA
Infarto del miocardio: R 107, D 12,36%, MN 10,95%
Infarto del miocardio senza angioplastica: R 74, D 16,83%, MN 18,18%
Scompenso cardiaco: R 165, D 15,71%, MN 8,79%
Ictus, mortalità a 30 giorni: R 105, D 24,32%, MN % 9,94%
Ictus, riammissioni dopo 30 giorni: R 87, D 8,07%, MN 10,88%
BPCO riacutizzata: R 114 , D 7,82%, MN 13,26%
Frattura del collo del femore: R 96, D 6,02%, MN 5,91%
Infarto del Miocardio, mortalità dopo 12 mesi: R 94, D 15,46%, MN 10,76%

CASSINO
Infarto del miocardio: Ricoverati 119, Decessi 11,23 %, Media Nazionale 10,95%
Infarto del miocardio senza angioplastica: R 82, D 17,27%, MN 18,18%
Scompenso cardiaco: R 177, D 7,17%, MN 8,79%
Ictus, mortalità a 30 giorni: R 68, D 14,68%, MN 9,94%
Ictus, riammissioni dopo 30 giorni: R 61, D 11,25%, MN 10,88%
BPCO riacutizzata: R 190, D 5,78%, MN 13,26%
Frattura del collo del femore: R 135, D 4,58%, MN 5,91%
Infarto del Miocardio, mortalità dopo 12 mesi: R 117, D 13,86%, MN 10,76%

FROSINONE
Infarto del miocardio: R 347, D 18,11%, MN 10,95%
Infarto del miocardio senza angioplastica: R 204, D 28,29%, MN 18,18%
Infarto del miocardio con PTCA: R 91, D 3,03%, MN 4,81%
Scompenso cardiaco: R 91, D 3,03%, MN 8,79%
Ictus, mortalità a 30 giorni: R 96, D 26,24%, MN 9,94%
Ictus, riammissioni dopo 30 giorni: R 79, D 9,02%, MN 10,88%
BPCO riacutizzata: R 120 , D 15,49%, MN 13,26%
Frattura del collo del femore: R 221, D 10,29%, MN 5,91%
Tumore al colon: R 53, D 3,92%, MN 4,25%
Infarto del Miocardio, mortalità dopo 12 mesi: R 301, D 12,23%, MN 10,76%

Commenti

wpDiscuz
Menu