Un’autostrada a 5 Stelle in Ciociaria (di Alessio Porcu)

lunedì 18 gennaio 2016    

Il tour di Luigi Di Maio in Ciociaria ha dimostrato che “il popolo dei Cinque Stelle” esiste pure in provincia di Frosinone ed è molto informato.

Agli incontri con il vicepresidente della Camera dei deputati c’erano giovani e anziani, operai e professionisti, donne e uomini, ragazzi e adulti. Tutti perfettamente a conoscenza del “caso Quarto” o della vicenda di Banca Etruria.

Di Maio è stato categorico: nessuno sconto ai nostri, perché non facciamo e non faremo sconti agli altri. Una linea “dura e pura” che piace ai Cinque Stelle, anche nelle sue venature un po’ giacobine.

Ma la partecipazione della gente alle iniziative dice anche un’altra cosa e la dice a Luca Frusone, deputato del M5S in provincia di Frosinone: ci sono spazi, entusiasmo, passione e competenze per affrontare i temi più importanti di questa terra. Non limitandosi cioè alle grandi battaglie nazionali.

In questi anni i Cinque Stelle si sono occupati dei temi locali poco e ad intermittenza: il servizio idrico, l’inquinamento ambientale, la sanità, i trasporti, il dissesto idrogeologico, l’emergenza sociale, il dramma del lavoro.

La visita di Di Maio può essere il punto di partenza di una nova fase provinciale, nella quale i Cinque Stelle possono diventare protagonisti. A patto di volerlo però. A patto di non provare a scimmiottare un mostro sacro come Beppe Grillo o un big come Luigi Di Maio.

Si vota a Cassino, Alatri, Sora, Monte San Giovanni: gli spazi ci sono anche sul lato della politica locale.

Alessio Porcu – www.alessioporcu.it

Menu