20 maggio 2015 redazione@sora24.it
LETTO 1.028 VOLTE

Valle Roveto verso una vera integrazione ferro-gomma? Resoconto del Comitato Avezzano-Roccasecca

Il Focus Group sul tema dei trasporti in Valle Roveto, organizzato dal GAL Gran Sasso Velino e tenutosi nella mattinata di ieri presso la sede della Riserva Naturale “Lo Schioppo” in Morino, al quale il Comitato ha preso parte insieme ad altri illustri rappresentanti delle Istituzioni locali e di ARPA/TUA, ha evidenziato ancora una volta come l’efficientamento del sistema di TPL passi necessariamente nel porre al centro dello stesso la ferrovia Avezzano Roccasecca.

Si è confermata la volontà, già emersa nel Piano Industriale della nuova impresa regionale di trasporto pubblico, di eliminare il dispendioso doppione rappresentato dalle corse parallele di treni e autobus in favore del primo, lasciando al secondo il compito di adduzione dell’utenza verso le stazioni nel fondovalle (sistema noto ai più come “a pettine”).

In altre parole, ARPA/TUA, alla luce dei nuovi tagli alle risorse pubbliche destinate al trasporto pubblico, intenderebbe evitare le sovrapposizioni con il treno e destinare le risorse così reperite per concentrarsi sui collegamenti con i paesi e le frazioni non raggiunte dal treno.

Ciò, ovviamente, non deve essere inteso come un impoverimento della Valle Roveto. I rovetani, rispetto a tanti altri abruzzesi, hanno la fortuna di avere il proprio treno che, tramite una infrastruttura appena rinnovata ( e che per questo andrebbe sfruttata al meglio) consente di raggiungere la Marsica ed il Lazio e sul quale puntare seriamente oggi ed in futuro, evitando soluzioni transitorie e “rabberciate”.

Allo stesso tempo, come parimenti emerso nel corso del Focus Group, tutto ciò sarà pienamente realizzabile solo se la Regione Abruzzo decida da un lato di puntare sul treno, cercando di convincere di ciò quegli Amministratori notoriamente riottosi al servizio su ferro (e che forse puntano a mantenere i collegamenti paralleli su gomma solo per mero e dispendioso campanilismo) e soprattutto dall’altro di puntare alla integrazione tariffaria tra i vettori di trasporto pubblico, che potrebbe essere agevolata dalla circostanza di avere ormai due soli interlocutori regionali con i quali discuterne (Trenitalia e TUA).

Questo Comitato ha da sempre sostenuto e continua a sostenere la centralità della ferrovia Avezzano Roccasecca nell’ambito del trasporto pubblico nelle Valli attraversate dal Liri, in un’ottica di maggiore efficienza ed economicità dell’azione pubblica. Centralità che necessariamente passa attraverso l’integrazione con la gomma (tanto nel servizio “a pettine” quanto nella effettuazione di corse aggiunte in orari non serviti dal treno) e, soprattutto, nella creazione di un biglietto unico che consenta a tutti gli abruzzesi di poter indistintamente usufruire dei mezzi di trasporto pubblico regionali.

Il Vice Presidente
dott. Ing. Rosaria Villa

Il Presidente
Avv. Emilio Cancelli

Commenti

wpDiscuz
Menu