Pubblicità

«Vedere la nostra città tra i comuni ricicloni? Un miraggio». L’affondo di Insieme per Sora

Pubblicato ildomenica 5 luglio 2015   
Pubblicità

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa a firma del gruppo politico Insieme per Sora.

Pubblicità

«Si svolgerà la prossima settimana la premiazione dei ‘Comuni Ricloni’, denominazione nella quale rientrano tutti gli enti che hanno introdotto sistemi efficienti per la raccolta e il riciclaggio dei rifiuti urbani, il contenimento della produzione dei rifiuti e la loro valorizzazione. Vi risparmiamo la fatica di andare a leggere la lista: In questa ristretta cerchia, individuata da Legambiente, Sora non c’è. Ma c’è una cosa, più di tutte, che desta sconforto: il fatto che non leggere la nostra città in questa categoria non abbia sorpreso nessuno.

Si tratta di fare i conti, in sostanza, con una sorta di rassegnazione nata dalla consapevolezza che, almeno per ora, il nostro territorio è destinato a vivere di stenti. Vedere Sora tra i comuni ricicloni? Un miraggio. Un miraggio come è l’attuale amministrazione che, non si sa in base a quali fantasiosi criteri, continua incredibilmente ad assolversi e a promuovere il proprio operato. Ne è perfetta espressione l’assessore all’Ambiente, Maria Paola D’Orazio, in questi giorni letteralmente sparita dalla scena. Con la raccolta differenziata ferma al palo e invischiata in difficili ricorsi, la D’Orazio non ha trovato di meglio da fare che scaricare sugli altri le responsabilità, trincerandosi dietro affermazioni populiste e demagogiche come quelle in difesa dei lavoratori di Ambiente Surl.

Ma allora, ci chiediamo, se l’assessore all’Ambiente non ha alcuna responsabilità nella predisposizione della raccolta differenziata di Sora, se lei non ha nessuna voce in capitolo in questo campo, quali sono le sue funzioni? In che modo ha lavorato per rendere Sora più salubre? Come ha contribuito ad alzare il livello della qualità della vita dei cittadini? Ah, vero, c’è la diga sul fiume Liri! L’ennesima cicatrice di un territorio ormai allo stremo. La realtà dei fatti è che anche Maria Paola D’Orazio, insieme al suo sindaco, non solo non è stata in grado di dirigere, favorire, seguire l’attuazione della raccolta differenziata e dell’ordinaria amministrazione, ma è riuscita anche a peggiorare contesti che potevano essere tranquillamente lasciati com’erano. Sora tra i Comuni Ricicloni? Neanche a parlarne. Questa amministrazione sta riuscendo nell’impresa di toglierci anche la possibilità di sognare un futuro diverso. Mai come ora il 2016 dovrà rappresentare l’anno del riscatto. Ci siamo quasi!».

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net