28 novembre 2013 redazione@sora24.it
LETTO 550 VOLTE

“VI RICORDATE I TENNISTI DI UN MESE FA ALLO STADIO PANICO?” (di Lorenzo Mascolo)

Vi ricordate i tennisti di un mese fa? Quelli che giocavano su uno dei campi dello stadio Panico? Quei campi con le reti sgangherate, per usare un eufemismo? Se non ve li ricordate, ecco il promemoria (clicca qui).

Da dove venivano? Da Arpino.

Proprio oggi, sempre da Arpino, mi è arrivata una email di due sportivi che hanno partecipato alla 30a edizione della “Firenze Marathon”, svoltasi pochi giorni fa.

La foto in allegato parla chiaro: i due arpinati si allenano sulla pista di atletica dello Stadio Panico di Sora.

Questa è solo la seconda dimostrazione di un fatto, tra l’altro riscontrabile quotidianamente recandosi presso la struttura sportiva: l’ex campo Trecce serve un bacino d’utenza di circa CENTOMILA PERSONE.

Facciamo due conti velocissimi: lo stato della pista rappresenta l’accoglienza da “sorella maggiore” che Sora riserva all’hinterland nonché agli stessi sorani. Un gran bel biglietto da visita, non c’è che dire. Gli sportivi, tuttavia, continuano a frequentare la struttura, perché lo sport è amore. E l’amore per lo sport spesso fa superare anche situazioni umilianti, come quella dello Stadio Panico.

Sistemare la pista equivale a dire a centomila persone: “Noi vi pensiamo e vi rispettiamo”. Lasciarla ancora nello stato in cui versa attualmente, invece, vuol dire: “Di voi non ci importa nulla”.

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu