28 marzo 2013 redazione@sora24.it
LETTO 340 VOLTE

Via Villa Carrara: un pericolo pubblico dal 2005 [FOTOGALLERY]

Da quando è stata completata, si fa per dire, la tangenziale di raccordo tra le superstrade Sora-Ferentino, Sora-Avezzano e Sora Cassino, via Villa Carrara è diventata la strada più trafficata e pericolosa di Sora. Migliaia di veicoli, leggeri e pesanti, ogni giorno la percorrono bypassando il centro cittadino, diretti in gran parte verso le autostrade A1 Roma-Napoli, A24 Roma-L’Aquila ed A25 Roma-Pescara. La sicurezza della strada, però, lascia molto a desiderare.

PRO E CONTRO
Il maggiore traffico automobilistico ha sicuramente portato benefici ad alcune attività commerciali, specialmente bar e ristoranti, poste lungo il tragitto; ma al tempo stesso ha accentuato molto il problema della sicurezza. Via Villa Carrara, difatti, non è una strada di collegamento diretto e senza incroci, come ad esempio il raccordo che collega l’Appia alla Flacca bypassando Terracina. Tutt’altro: è praticamente una strada urbana che passa attraverso una zona residenziale e industriale, con quattro incroci che permettono di svoltare su altrettante strade in direzione Sora centro: via San Giuliano, via San Giuliano Sura, via Colle Marchitto, via Campovarigno.

PERICOLI COSTANTI
Essendo una strada urbana, presentando cioè abitazioni su ambo i lati della carreggiata, via Villa Carrara dovrebbe essere dotata di marciapiedi e di tutte quelle “suppellettili” necessarie per garantire una buona sicurezza dei residenti e di coloro che la utilizzano per i brevi e consueti spostamenti di ambito intercomunale: rotatorie, segnaletica verticale, orizzontale e via discorrendo. Anche e soprattutto perché, su Via Villa Carrara è molto facile ritrovarsi a procedere a 100 km orari senza pensare che da un qualsiasi incrocio potrebbe sbucare una bambino, un ciclista, o un anziano al volante. Non a caso, spesso e volentieri si verificano gravi incidenti su tale strada, alcuni dei quali non provocano il morto solo per grazia divina. Per non parlare dell’incrocio con la via che collega il centro di Sora a Broccostella, altro punto molto pericoloso.

I LAVORI DEL 2005
Osservando le immagini di quei lavori, scovate nel nostro archivio fotografico e pubblicate nella fotogallery di seguito, abbiamo riscontrato che, effettivamente, all’epoca furono previsti ai lati della carreggiata spazi dedicati alla realizzazione di marciapiedi, che poi però non vennero completati.

INTERVENTI IMMEDIATI E FUTURI
E’ chiaro che la pericolosità di via Villa Carrara non si azzererebbe con il solo completamento dei marciapiedi. C’è anzitutto un grande problema di velocità su tale strada, che va combattuto anche severamente, se necessario. A tal proposito, il sindaco di Sora, Ernesto Tersigni, ha annunciato la prossima collocazione di “16 dissuasori lungo le strade più pericolose della città”. Nel caso di via villa Carrara, il dissuasore, che come si evince dall’immagine di seguito (fonte: www.ilgiornaledibrescia.it) è una colonnina in grado di contenere un autovelox (lo conterrà o meno in determinati giorni a discrezione della Polizia Locale), sarà probabilmente posto nei pressi dell’incrocio con via Campovarigno. Quanto agli altri interventi si messa in sicurezza, Tersigni ha aggiunto che “l’intenzione dell’amministrazione è quella di completare la rotatoria nei pressi della ex carpenteria Facchini, di realizzarne un’altra presso l’incrocio con la Statale della Vandra e via Madonna della Stella e di adeguare quella già presente nei pressi dello svincolo per Carnello”.

Lorenzo Mascolo – Sora24

DISSUASORE

[nggallery id=891]

Commenti

wpDiscuz
Menu