Pubblicità

Volley A2: la Globo Bpf Sora parte bene, in Piemonte arrivano i primi 3 punti

Pubblicato illunedì 26 ottobre 2015   
Pubblicità

Vittoria all’esordio in campionato per la Globo Banca Popolare del Frusinate Sora che in trasferta sul non semplice campo della VBC Mondovì guadagna i primi tre punti della stagione imponendosi per 3-1. Il match non era dei più agevoli, in casa di una matricola con in circolo ancora l’adrenalina delle belle vittorie che l’hanno portata in cadetteria ma soprattutto assetata della Serie che mancava nella cittadina da trent’anni. Sora però ha fatto il suo gioco tenendo sempre la testa in campo anche nei maggiori momenti di difficoltà, mostrando le sue qualità non calando mai di concentrazione e di livello.

Pubblicità

Il Pala Manera di Mondovì dunque ha visto un buon principio dei propri beniamini che nonostante il risultato hanno fatto appassionare il pubblico mostrando buone cose, ma anche una bella Sora coesa e compatta alla vittoria finale. Al primo fischio d’inizio della stagione del signor Prati coadiuvato dal signor Marotta, la guida tecnica sorana schiera in campo Fabroni opposto a Hoogendoorn, la coppia di centrali Sperandio e Giglioli, i martelli Rosso e Mariano, e Santucci libero. Coach Barisciani risponde con Cortellazzi al palleggio in diagonale con De Luca, Parusso e capitan Longo in posto 3, Manassero e Bertoli a schiacciare e Thei libero.

Sora apre la gara con un break positivo di 6-0 guidato dall’insidioso servizio di Mariano e finalizzato dai muri granitici di Fabroni e Rosso che hanno bloccato sul nascere tutte le intenzioni degli schiacciatori avversari. Interrompe il gioco la guida tecnica locale ma al rientro in campo la Globo continua a picchiare duro per il 6-13 chiuso dall’ace di Hoogendoorn. Sale in cattedra Rosso prima per il 7-16 e poi per autografare con tocco d’intelligenza e astuzia il 9-19. Il set oramai mostra una sola conclusione possibile e Mariano lavora bene per l’11-22 e il 13-23. Capitan Fabroni mura Bertoli per il punto che vale ben 11 set ball ma Hoogendoorn archivia subito la pratica sul 14-25.

1-0 in fatto di conteggio set in favore di Sora, e Mondovì torna in campo con nuove energie e intenzioni. Ritrovano il loro opposto i padroni di casa che mantengono la prima parte del secondo game in perfetto equilibrio e con Manassero fanno suonare la sirena del technical time out in vantaggio 12-10. Il muro di Hoogendoorn pareggia i conti 14-14, e poi il suo attacco mancino apre la serie positiva che fa segnare sul tabellone il primo sorpasso sorano del set, 15-18. Si riportano sotto i piemontesi 18-19 ma Rosso ottiene il cambio palla che manda Giglioli al servizio dove resterà per tre fruttuosi turni che ristabiliscono la distanza del 18-23. Un paio di errori sorani sembrano riaprire il game sul 21-23 ma dopo il time out discrezionale richiesto da coach Soli, Sperandio mette a terra la veloce del 21-24 e l’ace di capitan Fabroni fa il resto per il 21-25 e il vantaggio di 2-0.

Ancora con il piede sull’acceleratore la VBC in avvio del terzo parziale per il 5-2 firmato da De Luca. I padroni di casa fanno suonare la sirena dello stop obbligatorio mantenendo strette le tre lunghezze di vantaggio che però al rientro in campo con il muro di Rosso ai danni di Parusso e l’ace di Giglioli, si annullano. 12-12 e gioco che prosegue palla su palla con l’equilibrio a farla da padrone. 20-20 con l’ace di Mariano e 22-22 con Rosso che gioca d’astuzia sulle mani del muro. Il set va ai vantaggi e Mondovì con Bertoli ha la prima opportunità di chiuderlo sul 26-25 ma Cortellazzi batte out. 27-27 con Longo e Mariano, e una invasione a rete della prima linea sorana da una nuova opportunità set ai padroni di casa che questa volta a muro non se la fanno sfuggire per il 29-27 che riapre il match.

Coach Barisciani sostituisce l’opposto De Luca con Ghibaudo per un quarto game che sia apre con un 3-3. La doppia di Cortellazzi manda Fabroni al servizio che, con un ace e l’aiuto del muro vincente di Sperandio sull’opposto avversario, porta i suoi in vantaggio per 3-7. Il +4 si trasforma nel +5 del 7-12 dopo l’attacco e la battuta vincente di Hoogendoorn. Accorcia le distanze la VBC 10-13 ma la Globo mette a segno ancora un mini break vincente che si traduce nel +7 del 10-17 con un grande Rosso prima a punire Ghibaudo a muro e poi a menare il rigore offerto dalla ricezione lunga sulla battuta di Giglioli. Prova a resistere il sestetto di mister Barisciani ma la furia degli avversari è più incisiva con Fabroni e Rosso ancora a segno dai nove metri e tutte le bocche da fuoco in grande spolvero sulla rete per il 16-25 che archivia il set e il match per 1-3.

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
Menu
Ciociaria24 Verdana Srl 800-090501 info.ciociaria24.net