5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.082 VOLTE

Abolizione e/o accorpamento delle province: cosa ne pensano i lettori di Sora24? (di Lorenzo Mascolo)

E’ incredibile come non si riesca a capire un concetto, che mi preme ripetere per l’ennesima volta: le amministrazioni provinciali vanno eliminate tutte o nessuna.

Per onestà intellettuale devo ammettere che è paradossale mantenere in vita la provincia di Frosinone, accorparla con quella di Latina e spostare il capoluogo proprio nella città pontina, nonostante, a giudicare dai numeri, tale scelta sarebbe tecnicamente indiscutibile poiché la seconda ha due volte e mezza gli abitanti della prima (120000 contro 48000).

Ragionando da sorano abolirei tutte le province, perché in tal modo moltissime città come la nostra potrebbero giocarsi la partita della crescita ad armi pari con quelle attualmente sedi di amministrazioni provinciali (alias potere politico ed economico) e su un campo decisamente più ampio come quello regionale.

Ad esempio: se non ci fosse Frosinone capoluogo e quindi l’esigenza di concentrare su di essa più risorse rispetto agli altri centri per garantire l’equilibrio politico del territorio, dubito che l’ospedale SS.Trinità si troverebbe nella condizione di terzo nosocomio della Provincia (il secondo è il “S.Scolastica”). Lo stesso dicasi per i tribunali, con quello di Cassino che rischia grosso certamente non per demeriti dei suoi giudici e dipendenti, bensì proprio a causa della presenza di un “superiore” chiamato Provincia.

Comprendo perfettamente il timore di chi ha il titolo di capoluogo (lo avessimo noi…) e rischia di perderlo a causa di una riforma decisamente caotica. Ma bisogna anche mettersi nei panni di chi, come Sora, ha perduto il reparto di Neonatologia e la sede distaccata del Tribunale solo perché non è sede di una Provincia.

In ogni caso, il punto focale di tutta la questione è il seguente: le province servono ancora oppure no? A giudicare dallo scarso peso politico che hanno a Roma direi proprio di no. Se poi aggiungiamo che attualmente non potremmo più permetterci (con quello che costano) neanche i consigli regionali, la possibilità di chiuderle per sempre, ovviamente tutelandone i dipendenti, diventa una necessità.

Ma queste, si sa, sono solo opinioni del sottoscritto che qualcuno potrebbe definire influenzate da un evidente campanilismo. Pertanto, “giro” il quesito ai nostri lettori chiedendo loro cosa pensano dell’abolizione e/o accorpamento delle province.

Lorenzo Mascolo – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu