5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 217 VOLTE

BOSSI "LA LEGA NON HA RUBATO NULLA, I FARABUTTI SONO A ROMA"

ASSAGO (MILANO) (ITALPRESS) – Camicia verde e grinta dei tempi d’oro, accompagnato da un vero e proprio boato e da uno sventolio di bandiere, il leader storico della Lega Umberto Bossi e’ giunto sul palco del Congresso accompagnato dal grido “secessione”.
“Ero preoccupato per la nascita di correnti nella Lega, ma voi siete la risposta che va tutto bene” ha detto.
“Tutto quello che e’ avvenuto in casa della Lega e’ avvenuto a tavolino. La Lega non ha rubato niente, i ladri, i farabutti sono a Roma. C’e’ stato un attacco della Magistratura – ha aggiunto -. Certo qualcuno ha aperto la fortezza della Lega dall’interno. E’ facile capire chi e’, era l’amministratore sbagliato. Fatico a
credere che il nostro amministratore fosse legato alla Ndrangheta, ma se fosse cosi’ come dice la magistratura, i servizi segreti dovevano dircelo e invece hanno aspettato per farcelo cadere in testa. Se pensavano di far morire la Lega hanno capito male,
perche’ la nostra idea non morira’ mai”.
Bossi ha poi parlato del Presidente del Consiglio Mario Monti: “Bossi e Calderoli avevano fatto il federalismo fiscale, poi hanno chiamato uno da Varese di nome Monti per metterlo da parte – ha continuato -. Furfante, cosa vi aspettavate dal centralismo
romano? Ma nostri figli non vivranno piu’ schiavi di Roma, ma saranno liberi in Padania”.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu