26 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 222 VOLTE

CARABINIERE MUORE IN AFGHANISTAN, FERITI ALTRI DUE MILITARI, E’ STATO UN ATTENTATO

ROMA (ITALPRESS) – Alle 8,50 locali di stamani (6,20 italiane) in Adraskan, nell’Afghanistan occidentale, all’interno di un campo d’addestramento della Polizia afghana, una esplosione ha interessato una garitta di osservazione installata nei pressi della linea di tiro del poligono, coinvolgendo tre militari dell’Arma appartenenti al Police Speciality Training Team. Uno di questi, il carabiniere scelto Manuele Braj, 30enne di Galatina (LE), effettivo al 13° Rgt. “Friuli-Venezia Giulia” e’ deceduto sul colpo, mentre due colleghi, effettivi rispettivamente alla 2^ Brigata Mobile di Livorno e al 7° Rgt “Trentino-Alto Adige”, sono rimasti feriti alle gambe e sono stati successivamente elitrasportati all’ospedale militare USA (ROLE 2) di Shindand, dove sono stati ricoverati, ma non sono in pericolo di vita. Braj lascia la moglie 28enne e il figlio di 8 mesi. Per il portavoce del contingente ad Herat, il tenente colonnello Francesco Tirino, si è trattato di un attentato.
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, appresa la notizia, esprime i suoi sentimenti di “solidale partecipazione al dolore dei famigliari del caduto, rendendosi interprete del profondo cordoglio del Paese”.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu