6 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 241 VOLTE

CODICI chiede alla Regione di costituirsi parte civile nei processi di Colleferro e della Valle del Sacco

La Regione interviene per mettere in sicurezza i parchi a garanzia della legalità e della sicurezza dei cittadini che sostano o percorrono le aree verdi del Lazio. Recentemente l’Amministrazione regionale si è mossa in favore del Parco del Pineto, teatro di violenze e zona in cui sorgono accampamenti abusivi. “Quella dell’Assessore Cangemi è ormai una missione – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – La Regione va avanti con queste iniziative, meritorie non diciamo di no, ma trascurando emergenze di ben altra portata su cui si preferisce chiudere gli occhi e volgere la testa da un’altra parte. La Regione ha il dovere di definire quali siano le priorità di intervento piuttosto che utilizzare fondi pubblici in attività che tamponano le urgenze e di fatto speculano sui disagi dei cittadini. Soprattutto dovrebbe sapere che la criminalità si combatte anche nei tribunali”. “Siamo intervenuti diverse volte chiedendo esplicitamente che la Regione si costituisse parte civile, facendo la sua parte affianco delle varie Associazioni e dei cittadini, nei processi di Colleferro e della Valle del Sacco. Perché non lo ha fatto?”.

Il Codici chiede all’Assessorato regionale delle risposte ed una maggiore attenzione e capillarità negli interventi. I disastri ambientali e sanitari nelle zone sopracitate coinvolgono migliaia di cittadini del Lazio. La Regione si esprima.

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu