martedì 30 dicembre 2014

Ennesimo furto a Sora. Ma chi deve vigilare, vigila?

Questo quanto riportato da Sora Web ieri (clicca qui per leggere la fonte): “Nel tardo pomeriggio di oggi, in zona Selva, quattro malviventi hanno ‘visitato’ una casa, portando via un bottino ancora non quantificato. I malviventi si aggiravano già da qualche ora in via Schito, nelle immediate vicinanze dell’ingresso della superstrada Sora – Ferentino, alla ricerca dell’occasione propizia. In un primo momento i quattro avrebbero scelto un’altra casa, ma, non appena accortisi che all’interno c’erano delle persone, hanno rivolto la loro attenzione altrove. Stavolta, però, i ladri non sono riusciti ad andare via senza essere chiaramente avvistati: alcuni abitanti della zona, infatti, hanno riferito di aver notato alcuni ‘passaggi sospetti’ di un’auto grigia (parrebbe un Seat o una Fiat modello ‘Palio’) occupata da quattro persone: due ragazzi con il volto coperto e altri due uomini adulti, di cui uno piuttosto robusto e calvo. Per effettuare il colpo, i malviventi hanno posteggiato l’auto nei pressi di un benzinaio, da dove poi si sono precipitosamente dati alla fuga in direzione Frosinone, una volta capito di essere stati avvistati. La speranza, dicono gli abitanti del quartiere, ormai esasperati da mesi e mesi di furti indiscriminati, è che attraverso le telecamere di un vicino esercizio commerciale sia possibile risalire al modello e alla provenienza del veicolo utilizzato dai malviventi”.

Nei giorni scorsi, una signora di Sora è venuta nella nostra redazione per denunciare dei movimenti sospetti presso la propria abitazione, proprio nella zona dell’imbocco della superstrada Sora – Ferentino. Aveva notato un’automobile grigia aggirarsi intorno alla propria casa, ed era riuscita a segnare gli ultimi numeri della targa. Le abbiamo consigliato di riferire il tutto alle forze dell’ordine e lei ci ha detto che l’avrebbe fatto. Evidentemente la cosa non è andata per il meglio, ma la invitiamo (se ancora non l’ha fatto) a rivolgersi a chi di dovere.

Se anche voi avete visto dei movimenti sospetti, scriveteci a redazione@sora24.it e questa volta pubblicheremo subito ogni vostra segnalazione.

Marco Tari Capone – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu