5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 162 VOLTE

EURO2012: NAZIONALE. PRANDELLI "CONTRO LA GERMANIA SENZA RINUNCIARE A GIOCARE"

VARSAVIA (POLONIA) (ITALPRESS) – “E’ una gara aperta a qualsiasi risultato, abbiamo solo un’arma, non possiamo tornare indietro proprio adesso. Non possiamo nel momento della verita’ giocare un calcio diverso da quello che abbiamo fatto negli ultimi due anni”. Cosi’ il ct azzurro ha presentato la sua Italia alla vigilia del match contro la Germania che vale la finale degli Europei. La
squadra che scendera’ in campo non dovra’ snaturare il proprio gioco, anche se Prandelli ha ancora dubbi sulla formazione. “Ho sempre dubbi, vuol dire che sono tutti pronti. Mentalmente stiamo bene. Diamanti? Dall’inizio ha dimostrato grande volonta’, quando l’abbiamo chiamato ha risposto molto bene. Sara’ una grande gioia e soddisfazione affrontare la Germania con l’intenzione di fare una grande partita. Abbiamo una grande serenita’, la sfida e’ affascinante” ha detto Prandelli. “La Germania piu’ riposata? Allora andiamo a casa…”, la battuta del ct che poi si fa serio. “Secondo me la Germania non ha paura di noi: i dati sono significativi, la squadra e’ cresciuta e migliorata negli ultimi anni. Troveremo una squadra convinta e senza remore, che vorra’ ribaltare azione su azione. Secondo me sara’ una partita affascinante. Stiamo bene mentalmente e fisicamente – ha aggiunto Prandelli – e non possiamo avere alcun pensiero negativo ne’ accettare alcuna stanchezza. Motivazioni ed adrenalina ci sono e questo basta per far scomparire qualsiasi stanchezza”. A precisa domanda, Prandelli ha parlato anche del suo
rapporto con Balotelli. “Non ho difficolta’ con lui, ma la curiosita’ di capire un ragazzo di vent’anni. Ritengo sia bello che abbia rapporti quotidiani con il fratello – ha sottolineato Prandelli – C’e’ in me la curiosita’ di capire quale emozioni possa provare e quali sacrifici fare per diventare un grande campione”. E dopo aver fatto capire che Cassano dovrebbe giocare dall’inizio e che spera di fare un grande sogno perche’ sa fare solo quelli, il ct ha parlato ancora della Germania. “Ha avuto la capacita’ di voltare pagina. Dieci anni fa decisero di cambiare rotta e adesso sta ottenendo risultati straordinari. Se loro hanno sette centri federali e noi uno, vuol dire che in prospettiva futura hanno lavorato meglio – ha aggiunto Prandelli – Che voto mi do? Faccio fatica nei giudizi, ringrazio Lippi di avermi dato un voto alto. Agli attaccanti per domani diro’ poche cose ma semplici, non tanto di far gol, ma Soprattutto di trovare un pensiero giusto in area di rigore. Alle volte l’ansia puo’
condizionare ma l’importante e’ creare occasioni: piu’ se ne creano, piu’ si ha la possibilita’ di segnare”.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu