5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 142 VOLTE

EURO2012: NAZIONALE. PRANDELLI "SAREMO COMPETITIVI CONTRO CHIUNQUE"

CRACOVIA (POLONIA) (ITALPRESS) – “Quella dei primi 20-25 minuti di ieri è stata una brutta Italia, ma ora abbiamo due giorni di recupero fisico e altri tre per preparare la partita, ai quarti saremo competitivi contro chiunque”. Cosi’ il ct della Nazionale, Cesare Prandelli, nella conferenza stampa del giorno dopo la vittoria contro l’Irlanda che ha permesso agli azzurri di superare la fase a gironi. Prandelli comincia a pensare al quarto di finale di domenica prossima dove l’Italia potrebbe trovare Francia, Inghilterra o Ucraina. “Sono tre squadre dalle caratteriste diverse – dice il ct azzurro -. La Francia con il suo impianto di gioco, un 4-3-3 interessante, pericoloso con attaccanti nuovi, come li definisco io, cioe’ che non danno riferimenti. Una squadra forte sia di gamba che di tecnica, una squadra temibile” dice Prandelli. “L’Inghilterra, invece, e’ una squadra che sta trovando l’equilibrio, una formazione importante, che caratterialmente non lascia nemmeno una rimessa laterale”. Infine l’Ucraina: “E’ una squadra di grande spirito – dice – giocano a calcio e riescono a ripartire come pochi altri”. Il Ct azzurro e’ contento della prestazione di Mario Balotelli, anche se e’ sempre un po’ musone, sta per conto suo. “E’ sempre molto attento e generoso -dice -, dal punto di vista dell’atteggiamento e’ sempre cosi’, lui e’ cosi’, ma non per questo e’ estraneo allo spirito di squadra, lontano dal gruppo: Mario e’ cosi’. Dipende dal momento, dall’umore, ma fondamentalmente e’ un ragazzo d’oro. Le sue sono tutte situazioni di disagio che nella crescita di un giocatore talentuoso che deve fare il salto di qualita’ per diventare un campione ci stanno. Devi passarli, deve accettare la critica, la panchina e se la squadra gli chiede di piu’ perche’ sa che puo’ darlo, deve farlo. Deve avere la consapevolezza di arrivare ad un certo punto che e’ un modo naturale per fare selezione – spiega il ct azzurro in conferenza stampa -, il giorno che si rendera’ conto che nessuno gli vuole male ma tutti siamo qui per farlo crescere sara’ un campione”. Poi torna sulla prestazione in campo di Super Mario “Ieri con lui siamo stati chiari, al momento del suo ingresso in campo, gli abbiamo detto che era un’occasione importante non per lui, ma per noi. Per me ha fatto i migliori 20 minuti di quelli fin qui giocati”. Quindi è tornato a parlare dell’additivo in piu’ che contro l’Irlanda del Trap ha fatto la differenza. “Se non metti in campo cuore e carattere non vai da nessuna parte”. Ne e’ convinto Prandelli. “In una squadra di calcio che cerca di raggiungere certi obiettivi sportivi e’ importante si’ la conoscenza, la tecnica, la qualita’ ma se non mette dentro cuore e carattere non va da nessuna parte – ribadisce l’allenatore della Nazionale -. Quando devi riconquistare palla o devi difendere la tua meta’ campo lo devi fare con il cuore e difendere il compagno – ribadisce – e ieri sera nessuno si e’ lamentato di certi errori, mentre hanno fatto una corsa per l’errore del compagno. Alla tecnica ed alla qualita’, quindi, unisci una cosa straordinaria: che sai che nel momento del bisogno non sei solo ed insieme condividi gioia e difficolta’”. L’unica nota stonata della serata di ieri e’ stata l’infortunio di Giorgio Chiellini. Un problema muscolare che rischia di mettere fine al suo Europeo. “Nelle prossime ore fara’ una risonanza magnetica – ha spiegato il ct azzurro -, ma i primi accertamenti non sono belli, pero’ la disponibilita’ di Giorgio e’ straordinaria e i nostri fisioterapisti sono gia’ al lavoro. Faremo un po’ quello che abbiamo fatto con Barzagli, mi pare che ieri sia rientrato bene”.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu