28 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 192 VOLTE

FISCO: CORTE CONTI "ZOCCOLO DURO EVASIONE APPENA SCALFITO"

ROMA (ITALPRESS) – “La pressione fiscale e’ elevata. La massa di risorse acquisita con il prelievo tributario e’ massiccia. Sul piano della lotta all’evasione fiscale e della riscossione
coattiva e’ stato dispiegato uno sforzo straordinario e sono stati conseguiti risultati altrettanto straordinari. Ma lo zoccolo duro e’ stato appena scalfito”. Lo ha detto Luigi Mazzillo, presidente delle sezioni riunite della Corte dei Conti nella sua relazione sul giudizio di parificazione del rendiconto generale dello Stato per l’esercizio 2011. Per Mazzillo ora “vanno consolidati i risultati dell’attivita’ repressiva. Vanno premiati ed aiutati i comportamenti adesivi ed evitate le esasperazioni dei controlli formali e le trappole della minuta e vessatoria regolamentazione che vi sono associate”.
Per i magistrati contabili “il disavanzo pubblico e’ stato effettivamente ridotto e il debito pubblico e’ tendenzialmente in discesa” ma tutto “cio’ e’ avvenuto a prezzo di pesanti sacrifici, soprattutto a danno delle classi medio-basse, e di un appesantimento proporzionale della pressione fiscale: in definitiva, di una sensibile compressione del reddito delle famiglie e della capacita’ di manovra delle imprese, che non puo’ non influire negativamente sullo sviluppo”.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu