giovedì 10 marzo 2016

Frode fiscale da 11 milioni di euro con il tartufo. Nei guai un sorano e un alvitano

Un 49enne di Sora ed un 28enne di Alvito sono stati denunciati «per il reato di omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali, per il quale è prevista la pena della reclusione fino ad un massimo di 4 anni». A scoprire la frode fiscale, come riportato dal quotidiano Ciociaria Editoriale oggi, è stata la Tenenza della Guardia di Finanza di Sora.

I due, spiega il quotidiano frusinate, «per anni hanno commercializzato il tartufo senza presentare le dichiarazioni fiscali e senza pagare le imposte dovute, realizzando una frode nei confronti dell’erario per oltre 11 milioni di euro».

Le operazioni di verifica fiscale condotte dalle Fiamme Gialle sorane, «rese difficoltose in conseguenza della omessa esibizione delle scritture contabili e delle modalità di approvvigionamento del tartufo, che avveniva attraverso raccoglitori dilettanti o occasionali della provincia di Frosinone, tutti privi di Partita Iva. sono state eseguite attraverso controlli indiretti ed indagini bancarie, attraverso le quali è stata individuata la numerosa clientela, costituita da aziende ubicate prevalentemente nelle regioni Umbria e Marche».

Commenti

wpDiscuz
Menu