3 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 2.561 VOLTE

Il Presidente del Consiglio Comunale al Sindaco di Sora: «Chieda scusa alla città»

La prossima seduta del Consiglio Comunale di Sora, in programma mercoledì 8 aprile, prevede, come diffuso stamane dall’ufficio stampa del Comune di Sora, un solo punto all’ordine del giorno:

  • Art. 14 dello Statuto Comunale. Esame richiesta di revoca del Presidente del Consiglio Comunale – Determinazioni.

A tal proposito, su Ciociaria Editoriale Oggi di giovedì 2 aprile, è stato fatto un ampio resoconto della situazione in un articolo a firma di Ciro Altobelli, nel quale sono riportate anche alcune dichiarazioni dello stesso presidente, la cui posizione in sostanza, ribadisce la sua linea ossia che è pronto a dimettersi se il sindaco si scuserà con la città. Di seguito riportiamo fedelmente il testo a firma di Altobelli.

«Ci risiamo. Si sbagliava di grosso chi pensava che la telenovela Iula fosse finita e archiviata il mese scorso, con quel consiglio comunale sprint nel corso del quale era stata ritirata la procedura di decadenza da consigliere dell’esponente di Forza Italia. Ora l’obiettivo è cambiato e, nella seduta della massima assise cittadina, fissata per il giorno 8 aprile alle 18.30, toccherà discutere della sfiducia dello stesso Giacomo Iula dalla carica di presidente del consiglio comunale.

La maggioranza ha prodotto un documento in cui si elencano i motivi per i quali si chiede di sfiduciare il presidente in carica dal 2011. Dal canto suo, Iula ha annunciato che si difenderà contestando punto su punto le accuse. E chi lo conosce non fa fatica a credergli. “Sono pronto anche a fare ricorso al Tar, con il rischio concreto che se il tribunale amministrativo dovesse accordare la sospensiva, ci potrebbero essere due presidenti in carica”.

Un’altra situazione imbarazzante: secondo lei si può evitare in qualche modo? “Ho già detto che sono pronto a dimettermi se il sindaco si scuserà con la città per tutto quello che è successo nel corso di questi mesi”. E questo pensa che succederà? “Non lo so, lo spero sincera – mente, così l’amministrazione si potrà finalmente occupare dei problemi dei cittadini”.

Vedremo, dunque. Intanto, la seduta successiva di consiglio in cui è prevista l’eventuale nomina del nuovo presidente (in caso ovviamente di voto favorevole della maggioranza sulla sfiducia nella riunione di mercoledì) si potrebbe tenere il 23 aprile. Il favorito porta il nome di Salvatore Meglio, ma potrebbe esserci anche la sorpresa del consigliere esperto Celso Costantini.

Nella seduta si parlerà anche di progetti legati al programma Prusst, i piani di riqualificazione urbana. Ma, adesso, gli occhi sono puntati solo sulla sfiducia di Iula. Chi nella maggioranza non accettava la decadenza dell’attuale presidente del consiglio da consigliere avrà assicurato il voto favorevole alla sua sfiducia da arbitro dell’assise? Insomma sarà un momento della verità in cui il sindaco Ernesto Tersigni vorrà verificare la compattezza della sua coalizione, formata da Nuovo Centrodestra e Partito Democratico. Altrimenti non sono escluse sorpresine. Anche a Pasqua finita…»

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu