martedì 12 luglio 2011

Rocca Sorella è l’emblema della sfida di Tersigni al futuro

La riqualificazione della Castello “Rocca Sorella” e del Monte SS.Casto e Cassio che ospita la stessa fortezza volsca, è l’emblema della sfida lanciata da Ernesto Tersigni alla città che lo ha eletto sindaco poche settimane fa.

In occasione del 1° Clean Day, difatti, Tersigni ha trasmesso un messaggio chiaro ai cittadini: tra cinque anni Sora sarà migliore di oggi se ognuno dei suoi 27 mila figli, sindaco per primo, farà la sua parte dimostrando coraggio e dedizione nel curare ma soprattutto nel promuovere la propria città e la propria gente.

Dunque, esponendosi pubblicamente con la chiara intenzione di restituire dignità al più importante monumento che abbiamo, escluse la Basilica di S.Domenico e la Cattedrale, Ernesto ha dimostrato coraggio. Tutto ciò alla luce delle cifre occorrenti per rendere la struttura fruibile da tanti potenziali turisti, basti pensare che per sistemare il tracciato stradale esistente e portare a termine una poderosa opera di bonifica della fortezza e dell’area adiacente la stessa sarà necessario qualche milione di euro. Per ottenere tale finanziamento Tersigni ha già provveduto ad inoltrare richiesta al Ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli.

Speriamo bene. C’è voglia di fare, tanta voglia di fare. Mi auguro con tutto il cuore che i nuovi amministratori non ardano di un fuoco fatto di paglia e che, al contrario, sappiano contagiare con le loro fiamme tantissimi concittadini disillusi e rassegnati da qui al 2016 e anche oltre.

Concludo con un pensiero sobrio per le famiglie di Attilio Castellucci e Antonio Alviani, personaggi della politica locale scomparsi lo scorso 08 Luglio. Condoglianze.

Lorenzo Mascolo

Commenti

wpDiscuz
Menu