La Polizia di Stato aiuta in autostrada una donna colta da malore ed in evidente stato confusionale.

19 Gennaio 2021 @ 18:37
Il tempestivo intervento della pattuglia, in un contesto molto pericoloso come la tratta autostradale Frosinone-Roma, ha permesso di evitare più gravi conseguenze per la signora

«Nella serata di ieri – si legge nella nota stampa divulgata dalla Questura – una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, all’altezza del km.603 nord dell’A/1 ha notato un’auto ferma nella piazzola di sosta, con all’interno una donna seduta al posto di guida. Alla presenza dei poliziotti la stessa, non solo non apriva le portiere, ma continuava a fissare lo sguardo nel vuoto e battere i pugni sul cruscotto, palesando un evidente stato confusionale. Poiché l’auto, una BMW, aveva inserite le chiavi nel cruscotto, temendo una improvvisa e repentina ripartenza, un operatore ha cercato di distrarre la signora mentre l’altro ha provveduto ad aprire la portiera e sfilare le chiavi della messa in moto.

Giunto il personale sanitario e valutate le condizioni psicofisiche ed il perdurare dello stato confusionale, la donna è stata trasportata presso l’ospedale di Frosinone anche per verificare l’eventuale assunzione di sostanze psicotrope che comporterebbe una segnalazione all’Ufficio Territoriale del Governo, al fine di verificare la permanenza dei requisiti per la conduzione di veicoli. Il tempestivo intervento della pattuglia, in un contesto molto pericoloso come la tratta autostradale Frosinone-Roma, ha permesso di evitare più gravi conseguenze per la signora».