5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 1.074 VOLTE

L’irresistibile tentazione del sospetto… (di Lorenzo Mascolo)

Intorno alle 12,30 di stamane, come sono solito fare ogni giorno, ho scattato e pubblicato una foto di Sora sulla pagina ufficiale Fb di Sora24. L’intento di tale promozione, a volte estenuante lo so, della mia città è sempre lo stesso: scavalcare quegli ostacoli mediatici che la oscurano sistematicamente da tanti anni.

Lo facevo negli anni passati su TuttoSora, lo faccio oggi su Sora24. Con la differenza che nel caso del “Giornale di Sora” riesco ad ottenere una risonanza decisamente superiore a quella che aveva il caro vecchio www.tuttosora.com, oramai felicemente in pensione, grazie ai 6700″Mi Piace” cliccati sulla suddetta nostra pagina all’interno del social network più famoso della Terra.

Detto ciò devo rimarcare con profonda delusione la frase pubblicata sotto l’immagine, postata da un nostro lettore: “Bella foto. Mi auguro che questi splendidi fiori in primo piano non servano a nascondere qualche magagna.”

Sicuramente le condizioni di pulizia del fiume non sono le migliori attualmente, tuttavia non posso permettermi di aspettare l’inverno e quindi l’aumento del livello del Liri stesso per mostrare i panorami più belli della mia adorata città, con la speranza che vengano condivisi il più possibile in modo tale da fa capire in tutta l’Italia (i “Mi Piace” appartengono a profili sparsi lungo tutto il territorio nazionale) quanto sia bella Sora. Quindi, cerco vari escamotage per riuscire ogni giorno a “vestire” decentemente  la “mia Regina”, con due scopi:

il primo, gia menzionato, è un semplice voler dire agli Italiani che c’è anche lei, la nostra Sora; il secondo, è stimolare i cuori dei Sorani affinché abbandonino l’irresistibile tentazione del sospetto e si concentrino sul sentimento di appartenenza ad un’unica “Madre”, che a mio parere è immensamente grande e va solo riscoperto. Tale discorso vale sia in ambito politico, dilaniato da polemiche e divisioni che non fanno altro che penalizzarci, sia in ambito civile con le troppe invidie personali e a volte familiari che indeboliscono il tessuto sociale della città.

Mi dispiace molto che non si riesca a capire quanto amore c’è dietro queste immagini, un amore a volte esagerato e in grado di togliermi anche il sonno.

Lorenzo Mascolo – Sora24

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu