5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 237 VOLTE

MOTOGP: CATALUNYA. LORENZO VINCE E ALLUNGA SU STONER

MONTMELO’ (SPAGNA) (ITALPRESS) – Jorge Lorenzo ha vinto in Catalunya incrementando la sua leadership nella Motogp dopo le prime cinque gare della stagione. Un successo che e’ servito allo spagnolo della Yamaha ad allungare a +20 il distacco nei confronti del campione del mondo in carica Casey Stoner con la Repsol Honda. Il podio e’ spagnolo visto che al secondo posto si e’ piazzato Dani Pedrosa che ci teneva a fare bottino pieno ma si e’ dovuto arrendere al connazionale che aveva qualcosa in piu’ con la Yamaha. E sul gradino piu’ basso del podio e’ finito il nostro Andrea Dovizioso, con la Yamaha Tech3, risultato che lo aiuta a proseguire nella sua ricerca verso il Top. Non e’ certamente stato irresistibile il campione del mondo in carica Casey Stoner, quarto; l’australiano della Repsol Honda, che si ritirera’ al termine della stagione, e’ chiamato a rimettere il turbo perche’ con un Lorenzo in queste condizioni le rimonte potrebbero diventare davvero difficili. Le temperature leggermente più basse hanno convinto molti piloti a scommettere per una partenza con la gomma a mescola morbida posteriore (tutti tranne le Repsol, De Puniet, Abraham e Bradl). All’avvio bene Dani Pedrosa e Ben Spies: l’americano ha trovato il comando della gara all’inizio del terzo giro, ma poi un tocco sull’erba lo ha costretto a rientrare in 20ª posizione (chiuderà 10º). Poi Lorenzo ha cominciato ad attaccare ed e’ andato a prendere Pedrosa; errore del pilota Yamaha a 13 giri dal termine e testa della corsa nuovamente nelle mani di Pedrosa. La gara si e’ decisa a 5 giri dal termine: Jorge Lorenzo ha approffittato di una disattenzione di Pedrosa all’altezza della curva numero 10 e si e’ riportato in testa. Da lì il ritmo del leader del mondiale si e’ fatto forsennato ed e’ diventato irragiungibile per Pedros, Dovizioso e Stoner. Top5 completata da Cal Crutchlow (Yamaha Tech3), mentre è stato bravo Alvaro Bautista a resistere per tutta la gara agli attacchi di Valentino Rossi, alla fine settimo con la Ducati. Con la pista asciutta il team di Borgo Panigale non e’ riuscito ad essere competitivo come era accaduto sul bagnato e il divario da Yamaha e Honda non e’ stato ancora colmato, ma le notizie per Rossi sono comunque positive: 15 secondi di gap costituiscono comunque un netto passo in avanti rispetto alle altre gare del 2012. In CRT Aleix Espargaró conferma la leadership di categoria in sella alla ART del team Power Electronics Aspar. Alle sue spalle Michele Pirro (San Carlo Honda Gresini) lotta fino all’ultimo ed è 13º. In Moto2 vittoria italiana con Andrea Iannone sul gradino piu’ alto del podio dopo aver comandato la gara dall’inizio alla fine Con una gara perfetta il pilota della Speed Up e’ riuscito a resistere agli attacchi prima di Marquez e poi di Luthi. Secondo posto alla fine per lo svizzero Thomas Luthi su Suter, staccato di 122 millesimi. Chiude terzo Marc Marquez, che in un primo tempo viene punito con una penalità per il contatto con Espargaro e privato del podio. Il ricorso del suo team viene però accolto e per lo spagnolo è di nuovo terzo posto. Tornando a Iannone, per lui e’ stata la prima vittoria in questa stagione che gli ha permesso di rientrare nella lotta per il mondiale (71 punti). Luthi grazie alla seconda posizione conquista la leadership del campionato a quota 88. In moto3 gara con poca storia e successo netto di Maverick Viñales. Lo spagnolo della ftr Honda, partito dalla pole ha chiuso in solitaria staccando di ben 7“752 e 7“853 gli avversari che lo hanno accompagnato sul podio, ovvero Sandro Cortese (Ktm) e Miguel Oliveira (Suter Honda). Per Vinales e’ stata la prima vittoria sul circuito casalingo, la seconda della stagione dopo quella di Losail nella gara di apertura del mondiale 2012. Primo podio per Oliveira in una gara entusiasmante perche’ dietro al vincitore e’ stata una vera e propria battaglia con a 2 giri dal termine ben 8 piloti per due gradini del podio. Nono il nostro Romano Fenati (Ftr Hoda) dopo un inizio gara difficile: e’
andato largo alla prima curva per evitare un contatto, ha chiuso il primo giro al 17° posto, ma non ha perso la calma, ha trovato il ritmo nella seconda parte di gara e ha raggiunto, a due giri dal termine, il gruppo di testa chiudendo nono. Dodicesimo Niccolo’ Antonelli (Ftr Honda). Sandro Cortese rimane leader del mondiale con 87 punti, 7 di vantaggio su Viñales.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu