giovedì 25 ottobre 2012

Muay Thai: sabato 27 ottobre la box tailandese al PalaPolsinelli

L’appuntamento per il grande evento di Muay Thai, nota anche come boxe thailandese, è fissato per sabato 27 ottobre presso il Palazzetto dello sport “Luca Polsinelli” a partire dalle ore 17.00. Si tratta del terzo appuntamento cittadino con questa disciplina che si riconfermerà di altissimo livello tecnico e scenografico.

Gli incontri, che non avranno carattere dimostrativo ma saranno veri e propri combattimenti, vedranno la presenza di atleti di fama internazionale: il campione europeo pro 57kg Luca Genovese, il numero 4 della classifica mondiale Claudio Amoruso, il campione del mondo Hakim Ait Hma che ha mantenuto questo titolo per ben 4 volte, gli atleti del Team Naresuan Fagiolo, Veniero, Cerasuolo, Morabito e molti altri.
La serata ospiterà match singoli e due selezioni di altissimo livello. La prima selezione riguarderà il torneo mondiale Yokkao. I migliori atleti nei 65kg e nei 70kg si sfideranno per accedere alla finale di Milano del 26 gennaio contro il campione proveniente dalla Thailandia. Inoltre Claudio La Sorte e Andrea Valeriano si contenderanno la presenza in nazionale nei 60kg per accedere alla King’s Cup, il piu’ prestigioso torneo al mondo di Muay Thai che si disputerà in Thailandia il prossimo 5 dicembre.
“Sono molto orgoglioso dei miei atleti – dichiara il maestro Aldo Chiari D.T. della Total Training Gymnasium/Olimpia Center – sono certo che si faranno tutti onore perchè sono preparati e soprattutto conoscono benissimo la disciplina del Muay Tai che nasce originariamente come tecnica militare combattentistica ma che nel corso del tempo si è evoluta acquistando carattere di combattimento con regole rigide fondate sulla disciplina e il rispetto dell’avversario”.

“Credo fermamente – commenta altresì l’Assessore alla Cultura Andrea Petricca – che per la nostra Città sia motivo di vanto essere sede di manifestazioni di tale calibro. Oltre all’alta qualità dell’evento, è necessario ampliare sempre di più l’offerta sportiva a vantaggio di una formazione che superi i confini del nostro Paese e scopra dimensioni diverse come quelle messe a disposizione dalle culture orientali”.

Commenti

wpDiscuz
Menu