21 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 165 VOLTE

NAZIONALE: BONUCCI "BALOTELLI? MI SONO PRESO CURA DI LUI"

CRACOVIA (POLONIA) (ITALPRESS) – “Ero li’, mi sono preso cura di lui”. Cosi’ Leonardo Bonucci ha commentato l’episodio che lo ha visto protagonista quando, dopo il gol del 2-0 all’Irlanda, ha tappato la bocca a Balotelli che era pronto a fare qualche gesto polemico. “Io sono quello che lo conosce piu’ di tutti, avendolo conosciuto quando aveva 17 anni nella primavera dell’Inter, e’ istintivo ma un bravo ragazzo. In quel momento mi sono trovato li’ e mi sono preso cura di lui, poteva incorrere in sanzioni pesanti, ben venga che mi sia trovato li’. Lui fuori dal gruppo? Non credo, basta vedere le immagini di ieri con Di Natale. Ce lo teniamo stretto, se mette in campo la voglia di giocare al calcio puo’ fare la differenza”. Di Bonucci, fin dal ritiro di Coverciano, si è parlato anche per il caso scommesse che lo ha visto in qualche modo coinvolto. “Si e’ parlato tanto di me per vicende extra-calcistiche, ma voglio solo parlare del mio lavoro e del calcio giocato. E’ contato di piu’ quel sogno di giocare nel grande calcio” ha detto il difensore juventino. “Quando scendo in campo con la Nazionale pensando quello che ero dieci anni fa adesso ti viene in testa solo di giocare. Ho accanto persone importanti come mia moglie che si e’ fatta scivolare addosso le critiche venute fuori su di me e il mio “motivatore” Ferrarini, che mi ha portato dalla serie B fino alla Nazionale” ha detto ancora Bonucci, che ha parlato dell’Inghilterra, una squadra che “sta prendendo uno stampo all’italiana, e’ brava nella fase difensiva e veloce nelle ripartenze, e’ una squadra tosta, ci saranno delle difficolta’ ma in questi giorni le studieremo. A livello di fase difensiva sono migliorati, hanno giocatori di prim’ordine come Terry, Cole, Lescott, Johnson, faranno la loro partita ma speriamo che le nostre punte gli diano filo da torcere”, aggiunge il centrale della Juventus, che parla poi del ‘neo-collega’ di reparto De Rossi. “Secondo me e’ piu’ forte come centrocampista… Scherzi a parte, ha giocato contro Spagna e Croazia delle partite importantissime al centro della difesa, rappresenta un valore aggiunto per la Nazionale, puo’ cominciare l’azione da dietro. Io sono sempre a disposizione del mister, qui siamo tutti professionisti pronti a tutto per dare il meglio quando si sta in campo”. Infine su Criscito, non convocato dopo l’avviso di garanzia e la perquisizione a Coverciano. “In certe situazioni non e’ mai facile prendere una decisione, ci sono state delle vicissitudini che hanno portato la Federazione a fare una scelta, che puo’ essere comprensibile o meno ma va a tutela di tutti quanti. Ci sarebbe stato un continuo parlare e qualsiasi cosa venga fatta in certe occasioni ci sono sempre i pro e i contro”.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu