5 anni fa redazione@sora24.it
LETTO 306 VOLTE

PDL: BERLUSCONI "NON PENSO A UN NUOVO PARTITO"

ROMA (ITALPRESS) – “Non penso ad un altro partito. Le ricostruzioni dei giornali piu’ vicini al Pdl fanno piu’ male a noi che agli altri”. E’ quanto avrebbe detto, secondo quanto riferisce chi e’ presente, Silvio Berlusconi aprendo l’ufficio di presidenza del Pdl a Palazzo Grazioli.
“Non possiamo regalare l’Italia alla sinistra. Dobbiamo dare come segnale che il Pdl e’ unito e compatto”, ha proseguito l’ex premier.
Nel corso della riunione, il segretario del Pdl Angelino Alfano ha illustrato un documento in 6 punti. Il primo rileva un quadro economico difficile, che resta grave, con un peso che ricade sulle famiglie in modo maggiore. Il secondo punto rimanda a cause internazionali l’origine di una crisi che coinvolge tutta l’Europa e, in questo quadro complesso, l’egemonia tedesca non funziona. La Bce deve avere il ruolo di prestatrice di ultima istanza. Occorre prestare attenzione al fiscal compact. Il terzo punto preannuncia proposte concrete e di effetto immediato perche’ si parta subito con la crescita. Quindi, leali con governo Monti ma non si voteranno altre materie contrarie al Paese e agli interessi delle famiglie.
Il quarto punto sottolinea la necessita’ di un ammodernamento delle Istituzioni.
Quindi: riforma presidenzialista e riforma del sistema elettorale. Il quinto punto e il sesto punto rilanciano la stesura di un programma che parta dalla gente attraverso delle forme di consultazione anche online e tramite delle primarie di programma; la presentazione di una serie di proposte economiche di rilievo perche’ l’alleanza dell’area alternativa alla sinistra si fondi su contenuti veri e percorribili, e, infine, le primarie quale strumento democratico per l’individuazione del candidato premier.

Fonte: www.italpress.com

COMMENTA

Commenti

wpDiscuz
Menu