venerdì 14 aprile 2017

SORA – “Giacomino Salandrese” replica a “Ernesto Baronio Conte del Lungoliri”

In merito all’articolo pubblicato da Alessio Porcu sul suo blog, dal titolo “Un caffè D’Antan per avvelenare l’assessorissima” a firma dello pseudonimo “Ernesto Baronio Conte del Lungoliri“, Giacomo Iula replicato con un post sul suo profilo social che pubblichiamo integralmente di seguito.

«In risposta a quel burlone-simpaticone del “mio” Direttore Alessio Porcu, con preghiera di darne pubblicazione sul suo blog.

Uno pensa: se c’è Papa Francesco in visita a Paliano, il Direttore di Teleuniverso e del blog Alessioporcu.it, sarà lì tutto il giorno per testimoniare e raccontare questo storico evento e, quindi, non avrà tempo per pensare e scrivere altro. Ed invece no! Puntuale, quel burlone-simpaticone del “mio” Direttore, dopo un’intensa giornata di digiuno lavorativo prepasquale al seguito della Papamobile, inforchetta pane caldo, amorevolmente fattogli giungere da qualche buon fornitore sorano, per inzupparlo nel sugo di un innocuo quanto riuscitissimo aperitivo organizzato dal sottoscritto nel tardo pomeriggio di lunedì scorso.

Il sottoscritto, detto Giacomino da Matera (in realtà, preferirei l’aggettivo salandrese) da molte settimane aveva in cuore il desiderio di rivedere un pò di amici; e approfittando della Settimana più importante dell’anno per “chi crede”, ha pensato di scambiare gli auguri di Pasqua prima di partire per la sua amata Lucania mettendo insieme un pò di amici in un locale pubblico (quindi poco segreto), non foss’altro perchè a casa non vi entravano tutti.
Dei quaranta presenti almeno la metà non era di Sora; non si è parlato assolutamente di politica cittadina e/o extracomunale e l’unico accenno al di fuori degli auguri pasquali è stato quello fatto alle iniziative culturali promosse ed organizzate dall’Associaizone IDEE di FUTURO – fare insieme.

Il sottoscritto ha avuto altresì il piacere e l’onore di condividere il suddetto aperitivo anche con alcuni attuali componenti dell’Amministrazione comunale (in primis, il sindaco Roberto De Donatis che ohibò non viene citato dal “mio” burlone-simpaticone Direttore) ai quali il sottoscritto è legato da un sentimento di amicizia cementatosi sopratutto durante il periodo di opposizione al sindaco precedente.

La mia esperienza amministrativa è finita DEFINITIVAMENTE a giugno scorso; da cittadino semplicemente osservo con attenzione lo svolgersi di un’Amministrazione che ho sostenuto con determinazione senza farmi però coinvolgere più di tanto nelle sue dinamiche interne. In questi nove mesi di “lontananza” dall’impegno concreto politico amministrativo mi sono dedicato anima e corpo e proficuamente al mio lavoro, alle persone a me care e alla mia persona; scoprendo, e questa sì che è una notizia caro Direttore, una nuova vocazione che, se fai il bravo e mi inviterai tu a cena, ti dirò in anteprima. Per il resto, l’altra sera il prosecco era ottimo, le pizzette non ne parliamo. Buona Pasqua caro “mio” simpaticone-burlone Direttore Alessioporcu.it e a presto!»

Commenti

wpDiscuz
Menu