5 giugno 2015 redazione@sora24.it
LETTO 3.515 VOLTE

201° Fondazione Arma: 18 CC encomiati, elogio a Compagnia Sora per cattura assassino Gilberta

Con la doverosa sobrietà che la delicata situazione economica e finanziaria del Paese suggerisce, la celebrazione del 201° Anniversario della Fondazione dell’Arma dei Carabinieri si è tenuta in forma riservata presso la Sala Rapporto del Comando Provinciale di Frosinone alla presenza di una rappresentanza dei militari e del personale dipendente e dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo.

DSC_0376

All’inizio della cerimonia il Comandante Provinciale Colonnello Giuseppe TUCCIO ha ricordato i Carabinieri recentemente scomparsi rivolgendo un caloroso abbraccio agli orfani, alle vedove ed ai parenti tutti dei militari caduti, i quali sono consapevoli di poter sempre contare sulla vicinanza di tutta la grande famiglia dell’Arma. Un particolare saluto e ringraziamento è stato indirizzato ai rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri, testimoni di continuità dei valori e della lunga tradizione dell’Arma.

DSC_0387

Dopo gli onori iniziali è stata data lettura del messaggio augurale del Presidente della Repubblica Sergio MATTARELLA e dell’Ordine del Giorno del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri Generale di Corpo d’Armata Tullio DEL SETTE. L’Arma dei Carabinieri celebra i 201 anni della sua storia sempre caratterizzata da quei valori che la contraddistinguono e ne fanno una delle Istituzioni più amate dai cittadini.

DSC_0442

Gli stessi che emergono anche dalle motivazioni delle ricompense consegnate ai militari di questa Provincia, particolarmente distintisi sia per le loro spiccate capacità professionali, ma soprattutto per il coraggio ed il grande senso del dovere e spirito di sacrificio evidenziati in situazioni di pericolo, anche a rischio di compromettere la propria incolumità.

Molte sono state le criticità affrontate ed importanti sono stati i risultati conseguiti nell’ultimo anno. Tra queste, quella che più ha evidenziato le spiccate capacità dell’Arma dei Carabinieri è stata la risolutiva indagine connessa all’efferato omicidio della Sig.ra Palleschi. I militari del Reparto Operativo e della Compagnia di Sora si sono prodigati, senza risparmio di energie ed ininterrottamente per più giorni, nel silenzio, in molteplici attività tecniche ed approfondimenti investigativi, che hanno consentito in poco più di un mese di individuare e trarre in arresto lo spietato omicida.

Il Colonnello TUCCIO ha evidenziato la costante collaborazione con le altre Forze di Polizia, resa ancora più efficace dalla serena e sapiente azione di coordinamento del Prefetto, sua Eccellenza dott.ssa Emilia Zarrilli, e dai rapporti di costante coordinamento con il Questore dott. Filippo Santarelli e con il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. Roberto Piccinini. Dal punto di vista investigativo di fondamentale importanza è stata la piena sinergia con le Procure della Repubblica di Frosinone e di Cassino.

DSC_0674

Il Comandante Provinciale ha altresì espresso a tutti gli Ufficiali, Luogotenenti, Marescialli, Brigadieri, Appuntati e Carabinieri il suo più vivo plauso ed il ringraziamento per il contribuito fornito con spirito di sacrificio, coraggio ed abnegazione in questo anno di intenso lavoro, esortandoli a continuare al fine di rendere sempre più sicuro il nostro territorio, soprattutto in questo momento di difficoltà e di crisi economica.

Al termine della cerimonia il Comandante Provinciale ha ricevuto, per un brindisi augurale, il Prefetto di Frosinone e le Autorità religiose, civili e militari locali ringraziandole per i messaggi di vicinanza all’Arma.

Durante la cerimonia il Comandante Provinciale ha proceduto alla consegna di riconoscimenti concessi quale prima attestazione di merito ad alcuni militari dell’Arma prescelti fra numerosi episodi che hanno visto protagonisti i Carabinieri della provincia di Frosinone in un quadro di intensa attività operativa, ricca di risultati e frutto del corale impegno di tutti i Reparti che si sono particolarmente distinti in attività di servizio:

  • Encomio Solenne del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri al Luogotenente Bruno FALENA ed al Brigadiere Capo Marcello MARIO RENZI, rispettivamente Comandante ed addetto alla Stazione Carabinieri di Ceprano: “con eccezionale senso di abnegazione e generoso altruismo, non esitavano a intervenire in soccorso di una persona con invalidità deambulatoria che, con propositi suicidi, si era gettata all’interno di un profondo pozzo, riuscendo, con mezzi di fortuna rinvenuti sul posto e dopo estenuanti sforzi, a trarla in salva.”

Ceprano, 13 agosto 2014

  • Encomio Semplice del Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”a , al Capitano Antonio LOMBARDI, Comandante del Nucleo Investigativo di Frosinone, al luogotenente Pasquale SITO, al Maresciallo Aiutante Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza Stefano CAMPIONI, al Maresciallo Aiutante Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza Salvatore STRUSCIOLO, al Maresciallo Aiutante Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza Riccardo COLELLA, al Brigadiere Giovanni Battista MARINI, addetti del Nucleo Investigativo di Frosinone, Luogotenente Gianni MASTANTUONI, Comandante in S.V. del N.O.R.M. della Compagnia di Pontecorvo, al Maresciallo Capo Antonio DI GIOVANNI E Brigadiere Pasquale SANTORO, addetti al N.O.R.M. della Compagnia di Pontecorvo: “dando prova di elevata professionalità, coraggio e ferma determinazione, affrontavano e immobilizzavano, al termine di un concitato intervento, un individuo armato di coltello che si era barricato all’interno della propria abitazione, minacciando di far esplodere l’intero edificio con il gas. L’operazione si concludeva con l’arresto del prevenuto ed il sequestro dell’arma in suo possesso.”

Pontecorvo, 26-27 gennaio 2014

  • Encomio Semplice del Comandante della Legione Carabinieri “Lazio”a , al Capitano Camillo Giovanni MEO, Comandante della Compagnia di Anagni, al Maresciallo Aiutante Sostituto Ufficiale di Pubblica Sicurezza Raffaele ALBORINO, Comandante della Stazione di Ferentino, al Maresciallo Capo Fernando RUSSO, al Maresciallo Ordinario Federico ROMA ed al Vice Brigadiere Luca BIANCHI, addetti alla Stazione di Ferentino: “dando prova di elevata professionalità, notevole acume investigativo e spirito di sacrificio, conducevano un’indagine che consentiva di disarticolare un sodalizio criminale responsabile di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine e furti. L’operazione si concludeva con l’arresto di 4 persone, il deferimento in stato di libertà di altre 3 e il recupero della refurtiva.”

Provincia di Frosinone, 11 febbraio 2015

  • Encomio Semplice del Comandante della Legione Carabinieri “Lazio” al Brigadiere Francesco RIELLO ed al Carabiniere Scelto Andrea FABRIZI, addetti a N.O.R.M. della Compagnia di Sora: “appreso che un individuo si era allontanato dal proprio domicilio manifestando propositi suicidi, dando prova di elevatissima professionalità e ferma determinazione, si ponevano alla ricerca dell’uomo, individuandolo, poco dopo, all’interno di un veicolo con una corda stretta al collo. Praticate le manovre di primo soccorso, riuscivano a rianimarlo, scongiurando ben più gravi conseguenze.”

Commenti

wpDiscuz
Menu