19 luglio 2013 redazione@sora24.it
LETTO 699 VOLTE

Anno 2050: tra Sora ed Isola del Liri ci saranno 7732 persone in meno

Qual è la zona della provincia più depressa economicamente e quindi demograficamente? Il Sorano. Qual è la zona della provincia peggio collegata, che ha aspettato 40 anni per avere un collegamento veloce con l’autostrada Milano-Napoli e rischia continuamente di perdere servizi importanti come il trasporto ferroviario? Sempre il Sorano. Qual è la zona della provincia dove la sanità pubblica è costantemente a rischio, cosa che richiede perenni ed estenuanti stati di allerta da parte della cittadinanza e delle istituzioni? Ancora il Sorano. Qual è infine l’unica zona della provincia che non ha rappresentanti in Regione e nelle due Camere nazionali? Ovviamente il Sorano.

La nostra zona, dunque, è quella che avrebbe più bisogno di sostegno, chiusa com’è nel bel mezzo dell’Appennino centrale nonché priva di rappresentatività istituzionale extraprovinciale. Ciononostante l’interesse degli onorevoli “del territorio” è rivolto altrove. Del resto non potrebbe essere diversamente, visto il tracciato dell’autostrada del sole e soprattutto la loro carta d’identità. Attenzione però, perché quando in un territorio non si procede tutti alla stessa velocità le conseguenze sono nefaste per tutti!

Nel 2050, tanto per fare un esempio, si calcola che il territorio corrispondente all’attuale Provincia di Frosinone avrà la bellezza di 100mila abitanti in meno, nonostante l’aumento degli immigrati. Un taglio netto del 20% della popolazione che si tradurrà in meno servizi, meno strutture e quant’altro, oltre ad una spaventosa svalutazione di tutto il patrimonio edilizio ed economico in genere.

Contestualmente, viste tutte le considerazioni di cui sopra, Sora e dintorni subiranno probabilmente una diminuzione ancora più marcata della popolazione, forse raddoppiata rispettto agli altri centri, il che sarebbe drammatico. Ad ogni modo, pur prendendo per buono il dato generale, tra 35 anni circa Sora conterà 21331 abitanti contro i 26664 di oggi, mentre Isola del Liri 9592 contro gli attuali 11991. Totale: 7732 persone in meno.

Soluzioni? Tutte e nessuna. Noi continuiamo a proporre l’istituzione del Comune di Sora-Isola del Liri, perché siamo convinti che una città più grande sia naturalmente più forte ed in grado di rivendicare maggiore ascolto nelle sedi opportune, ma soprattutto perché pensiamo che Sora da sola non sia in grado di esprimere un peso politico sufficiente per far fronte a tutte le esigenze delle sue 27mila persone e degli altri 20mila abitanti circa che vivono nelle sue immediate vicinanze.

In alternativa (per il momento) potrebbe anche andar bene l’istituzione di un consiglio intercomunale, al quale sindaci e consiglieri di Sora ed Isola del Liri parteciperebbero chiaramente GRATIS, e che dovrebbe svolgersi tassativamente almeno una volta al mese con un ordine del giorno incentrato sulle proposte per lo sviluppo del territorio e sui progetti da portare avanti insieme.

Voi avete qualche idea alternativa in merito?

 

Lorenzo Mascolo – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu