8 gennaio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 1.612 VOLTE

Ciao Paride, ti salutiamo giocando a pallone! Oggi al Tomei il primo Memorial

Paride Nuzzo romano di nascita, sorano di adozione, di fede juventino, a diciassette anni lo voleva la fiorentina ma la cara mamma non volle mandarlo. Una vita che girava intorno alla sua amata moglie e i sui figli, oltre che per il “pallone”: lo chiamavano Sivori.

Aveva già lottato contro la morte e l’aveva sconfitta! Poi la sciagura lo ha portato via, ma quanti lo hanno amato nel ricordo del suo spirito gioviale lo vogliono salutare alla sua maniera: giocando a calcio. Tutta la cittadina si stringe in questo sano e festoso sfogo.

Non si pensava di arrivare a tanto, da un gruppetto di famigliari e amici, grazie alla Società ASD Sora Calcio e all’amministrazione comunale saranno in tanti a salutarlo come lo ha voluto salutare già la Biosì Indexa Sora ma sta volta allo Stadio Tomei a Sora l’otto gennaio alle ore 11.00, partita tra giocatori di ieri, quelli di oggi e quelli di domani.

Commenti

wpDiscuz
Menu