domenica 12 gennaio 2014 redazione@sora24.it

Ciaramelletti gol ed il Sora piega il Palestrina (di Alessandro Iacobelli)

Vantaggio lampo dei bianconeri. Nella ripresa gli ospiti sfiorano il pari con un palo di Della Penna.

Un Sora grintoso e determinato si aggiudica il secondo scontro diretto consecutivo in chiave salvezza. Questa volta la vittima designata è il Palestrina, dopo il Maccarese Giada la settimana scorsa. Il terreno di gioco, in condizioni davvero pietose, non consente la realizzazione di trame manovrate. Occorre quindi sorvolare sui contenuti tecnici. Cuore e polmoni sono elementi a dir poco fondamentali in queste circostanze.

Mister Massimiliano Farris non rinuncia al 4-3-3, nonostante le assenze di Cassandro e Tirelli. In porta Agostini vince il ballottaggio con Ludovici. Il giovanissimo Prata, classe 1996, è il regista davanti alla difesa. Gli interni sono D’Ovidio e Mastromattei, instancabili falegnami al centro. Il tridente offensivo è formato da Taverna, assistito da Pintori e Ciaramelletti. Il Palestrina, allenata da mister Salvatore Cangiano, sceglie un più coperto 4-4-2. Capitan Pralini comanda la difesa. Della Penna e Falco spingono sulle fasce. Le due punte sono Gallaccio e Delgado.

Partono forte i bianconeri. I primi frutti vengono raccolti al 4’pt. Scambio repentino tra Mastromattei e Pintori sulla corsia mancina. Il fantasista sardo arriva sul fondo e confeziona un pregevole assist per la corrente Ciaramelletti. Quest’ultimo svetta imperiosamente. Apruzzese blocca la sfera, ma al di là della linea di porta. L’arbitro concede la rete. La reazione ospite, nel primo tempo, si traduce in un paio di potenziali opportunità non concretizzate. Al quarto d’ora Gallaccio e Delgado dialogano sullo stretto. Il numero 11 tenta la conclusione con il sinistro, ma il pallone termina alto sopra la traversa. Al 33’st Gallaccio, in piena area di rigore, si vede contrastare il tiro da Scardala. Per il resto i padroni di casa mantengono saldamente il comando delle operazioni. Da sottolineare l’esordio da titolare al ‘Tomei’ per il giovanissimo Paolo Prata, già impiegato dal primo minuto nel turno precedente. Prodotto del vivaio sorano, ha diretto con sorprendente disinvoltura l’orchestra sorana.

Il raddoppio permetterebbe di gestire con maggiore tranquillità il resto del match. I ragazzi di mister Farris, però, non capitalizzano a dovere. Emblematico l’errore di Taverna al 23’pt. Pintori, autore anche oggi di una prestazione strepitosa, apre la sua scatola magica. Il regalo è perfettamente confezionato, basta solo aprirlo. Il centravanti volsco tentenna troppo e viene cosi anticipato da un difensore avversario.

Nella seconda frazione di gioco i ritmi calano vistosamente. Il Sora arretra il proprio baricentro, affidandosi esclusivamente al contropiede. Al 3’st Prata sventaglia con acuta precisione per Pintori. Il numero 10 invita alla conclusione Mastromattei. Apruzzese non si fa sorprendere e respinge con i piedi. Due minuti più tardi, Taverna serve Ciaramelletti sulla corsa. L’ala destra, classe 1994, spedisce il pallone alle stelle. Al 32’st Pintori sfiora l’incrocio con una magistrale punizione dal limite. La squadra romana sembra ormai sotto la doccia. A volte, però, l’apparenza inganna, ed al 39’st Della Penna colpisce un clamoroso palo. Agostini, proteso in tuffo, non avrebbe potuto evitare la segnatura. Il canto del cigno viene intonato dal neo entrato Kalambay, con un perentorio colpo di testa. Agostini blocca senza problemi.

Terminati i tre minuti di recupero stabiliti il direttore di gara, Giovanni Varola di Olbia, decreta la fine delle ostilità. L’obiettivo salvezza diretta appare ora più vicino. Domenica prossima trasferta insidiosa a Budoni in Sardegna.

SORA: Agostini, Giusti, Lo Monaco, Prata, Scardala (C), Casavecchia, D’ovodio (Talamo 25’st), Mastromattei, Taverna (Casimirri 43’st), Pintori (VC), Ciaramelletti. A disposizione: Ludovici, D’Ambrosio, Santaroni, Di Iorio, Alviti, Lilla, Zaccaro. All. Massimiliano Farris.

PALESTRINA: Apruzzese, Rossi, Ruggiero, Palermo, Antico (Fagioli 33’st), Pralini (C), Falco (Guglielmi 33’st), Covetti, Gallaccio (VC) (Kalambay 16’st), Della Penna, Delgado. A disposizione: Di Stefano, Di Cori, Di Bagno, Fratarcangeli, Mattogno, Lanni. All.Salvatore Cangiano.

MARCATORI: Ciaramelletti (S) (4’pt).
TERNA ARBITRALE: Arbitro: Sig. Giovanni Varola (Olbia); Ass.1: Sig. Sergio Saviano (Valdarno); Ass.2: Sig. Gabriele Nuzzi (Valdarno).
AMMONITI: Antico (P) (7’pt); Prata (S) (23’pt); Ruggiero (P) (14’st); Rossi (P) (32’st).
ESPULSI: Palermo (P) (16’st).
NOTE: Spettatori 250 circa. Giornata fredda e nuvolosa. Terreno di gioco in precarie condizioni.

Alessandro Iacobelli – Sora24

Commenti

wpDiscuz
Menu