22 aprile 2012 redazione@sora24.it
LETTO 484 VOLTE

CIVITAS LIRI – Celso Costantini scrive al presidente dell’Unione dei Comuni Giuseppe Cioffi (sindaco di Pescosolido)

A nome dell’Associazione “ Civitas Liri “ , che mi onoro di rappresentare nella qualità di Presidente e per conto anche dell’Amministrazione Comunale di Sora, della quale sono membro come Consigliere, Le chiedo di rappresentare, nei limiti e nelle forme a Lei consentite, la necessità e l’opportunità di approfondire tutta la complessa problematica connessa al tentativo di realizzare, nel nostro vasto territorio, una Città Intercomunale. Tale ipotesi di progetto viene, da diversi anni, perseguita dalla “ Civitas Liri “ ed ha ricevuto il consenso delle Amministrazioni Comunali di Sora e di Arpino, che hanno aderito all’iniziativa di indire un Referendum, fra le popolazioni interessate, trasferendo ad esse, su un tema così vasto e così sconvolgente, rispetto alla penosa situazione nella quale ci si ritrova, sia sul piano Politico sia sul piano Amministrativa, la responsabilità di decidere per un domani che si prospetta, se non si interviene subito, molto incerto e nebuloso.

Ognuno di Noi ha il dovere di guardare al Futuro, quello più immediato e quello più lontano, con lo sguardo consapevole rivolto realisticamente al presente, ma con la speranza di progettare il domani, per quelle generazioni che oggi si vedono espropriate del loro diritto a sognare un domani diverso, perché stritolate dalla crisi economica e dalla frammentazione amministrativa e politica del nostro vasto territorio. E’ ormai opinione ricorrente che lo stato di abbandono nel quale, nostro malgrado, ci ritroviamo, potrebbe trovare una soluzione soltanto ricorrendo ad una effettiva Unione di Interessi e programmi di carattere economico, culturale, civile, sociale etc… delle popolazioni che oggi rappresentiamo Amministrativamente e Politicamente.

Potrebbe essere un errore nostro ,di cui andremmo ad assumere responsabilità storiche di imprevedibili valenze e giudizi nell’immediato futuro, non fosse altro che per i compiti istituzionali connessi ai ruoli pubblici che oggi rappresentiamo, non favorire un democratico tentativo di chiamare a decidere ,direttamente,con un Voto Referendario, le popolazioni che ci hanno delegato, elettoralmente, a rappresentare e a difendere i loro diritti per il presente e per il futuro. Non mi dilungo, per non annoiare, ma a nome dell’ Associazione “ Civitas Liri “ e della Amministrazione Comunale di Sora formulo l’auspicio che si possa giungere ,quanto prima, a dar vita ad un Comitato Promotore che ci veda protagonisti , con iniziative capaci di risvegliare nei nostri territori il Senso dell’Appartenenza e l’Orgoglio del la nostra Storia. Nell’augurarvi Buon Lavoro ,e nel dichiararmi a Vostra disposizione per gli approfondimenti Necessari, vogliate gradire i miei deferenti ossequi.

Prof. Costantini Celso Presidente dell’Associazione “CIVITAS LIRI” Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu