28 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 507 VOLTE

Difesa ferrovia Avezzano-Sora-Roccasecca: il Comune scende in campo. In arrivo nuovi orari e coincidenze per migliorare il servizio

Portare avanti un’azione decisa e congiunta che coinvolga anche la Regione Lazio e la Provincia di Frosinone in difesa della linea Sora-Roccasecca. È questa la volontà comune emersa nel corso dell’incontro del 27 giugno 2012 tra i rappresentanti dei territori attraversati dalla tratta ferroviaria. La riunione, che si è svolta nella Sala Consiliare del Comune di Sora, ha avuto un solo ma nodale punto all’ordine del giorno: combattere il rischio concreto che Trenitalia sopprima la Sora-Roccasecca nell’ambito dell’attuale piano di tagli alle corse.

Hanno preso parte alla discussione i rappresentanti dei comuni di Roccasecca, Colfelice, Fontana Liri, Arce, Arpino e i segretari del sindacato FIT Cisl. Per il Comune di Sora erano presenti il Vice Sindaco Vittorio Di Carlo, l’Assessore alla Mobilità Urbana, Viabilità e Traffico Francesco Ganino, l’Assessore al Bilancio Agostino Di Pucchio, il Presidente del Consiglio Comunale Giacomo Iula ed il Consigliere Elvio Meglio.

La riunione è scaturita da una notizia allarmante: la tratta a partire dal 14 luglio resterà chiusa per due mesi a causa di ventilati lavori di manutenzione. Sembrerebbe il primo atto in vista della soppressione definitiva della Sora-Roccasecca. I rappresentanti dei comuni interessati hanno sottolineato la necessità di una valorizzazione della linea che possiede un’importante valenza strategica, mettendo in collegamento su rotaia il Lazio con l’Abruzzo, e un notevole valore storico e paesaggistico da sfruttare a fini turistici. Per potenziare la linea sarebbe auspicabile razionalizzare orari e coincidenze e creare un servizio efficace per i numerosissimi studenti universitari che si recano giornalmente a Cassino.

Il prossimo passo concordato dall’assemblea è l’adozione da parte di tutti i consigli comunali di una delibera in difesa della tratta. Si procederà, inoltre, entro il 14 luglio, ad inviare un documento, sottoscritto da tutti i sindaci, alla Regione Lazio, alla Provincia di Frosinone e a Trenitalia-Trasporto Regionale del Lazio. L’obiettivo è chiedere un incontro ufficiale per ottenere garanzie sul funzionamento e la continuità della linea.

[nggallery id=426 template=caption]

Commenti

wpDiscuz
Menu