25 novembre 2011 redazione@sora24.it
LETTO 524 VOLTE

In preparazione dell’Avvento: “Occorre una forza maggiore di accoglienza”

Dalla lettera che don Akuino Toma Teofilo, direttore della Caritas Diocesana di Sora, ha inviato predisposto in occasione dell’Avvento, si raccolgono alcune interessanti motivazioni per vivere la solidarietà con disponibilità rinnovata dalla gioia.

” L’Avvento è sempre un’attesa importante per tutta la Chiesa. La dignità battesimale di ciascuno e la comunione diversificata, ci richiamano alla corresponsabilità per preparare il Natale con un’attenzione particolare ai fratelli in difficoltà.

Nel decennio dedicato all’Educare per crescere, afferma don Akuino, la Chiesa, proprio per il suo ruolo profetico, è chiamata a riconoscere tutte le forme di povertà che continuano a lacerare oggi il volto di Cristo in tante famiglie schiacciate dalla crisi economica. Occorre una forza maggiore di accoglienza, animata da una speranza capace di rendere vivibile in maniera cristiana l’evento di Gesù. La Caritas Diocesana, mentre ringrazia con tutto il cuore gli operatori delle sei zone pastorali per il loro servizio, quale espressione e forma di evangelizzazione e di testimonianza cristiana, vuole dar voce ai tanti fratelli che quotidianamente chiedono di essere aiutati e accompagnati.

Per questo, come ogni anno, ci facciamo promotori della raccolta AVVENTO DI FRATERNITA’ per l’11 dicembre, terza domenica d’Avvento. Essa servirà a rispondere alle tante richieste che giungono alle nostre zone pastorali. E’ un piccolo segno d’amore che, se vissuto con lo spirito dell’incarnazione, può diventare una grande opportunità per la nostra Chiesa locale, segno tangibile di una Comunità eucaristica.

Il Natale, gesto d’amore eterno del cuore del Padre verso tutti i suoi figli, sarà vero solo se condiviso con tutti, soprattutto i piccoli e i deboli.”

Commenti

wpDiscuz
Menu