28 marzo 2013 redazione@sora24.it
LETTO 48 VOLTE

Elezioni Arpino 2013, il candidato Gianluca Quadrini: “I bambini non hanno spazi per riunirsi e giocare”

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa a firma del candidato a sindaco di Arpino, Gianluca Quadrini.

Nelle prossime settimane, con l’avvicinarsi della data del voto, ad Arpino si parlerà sempre piu spesso del futuro del paese e delle nuove generazioni: si tratta di problemi molto delicati, la cui soluzione non è molto facile, in un quadro economico – finanziario molto particolare. In questo caso è mia intenzione partire dalle esigenze dei più piccoli, ossia dai bambini,ai quali negli ultimi anni è stato negato il più banale dei diritti: avere spazi dove riunirsi, giocare e confrontarsi con i coetanei.

Attualmente tanti genitori, per assicurare qualche ora di gioco ai propri figli, sono costretti ad andare nei parco giochi dei paesi limitrofi: è mai possibile che gli ex Amministratori di Arpino non si siano mai degnati di prestare attenzione a questo aspetto così importante nella vita sociale di un paese ?

Oggi sentiamo dire  che non ci sono soldi per fare nulla, ma qualcuno, anzi,  tutti quelli che hanno amministrato il paese nell’ultimo decennio, dovrebbero fare un attento esame di coscienza, in quanto abbiamo dovuto  assistere, impotenti, a tanti sprechi e sperperi di denaro pubblico: sarebbe bastato destinare ogni anno poche migliaia di euro alla sistemazione ed alla manutenzione di questi spazi per ritrovarsi, oggi, in un paese più vivibile. Come possiamo pensare di rivitalizzare il paese, se noi stessi siamo costretti ad andare altrove per far giocare i nostri bambini?

E’ chiaro che bisognerà affrontare il problema in modo deciso e risolutivo: verranno attrezzati e messi  in sicurezza gli spazi a disposizione, sia nel centro di Arpino, che in periferia. A chi mi chiede con quali risorse, rispondo che  spesso tanti problemi si possono risolvere con il buon senso e amministrando il poco che si ha con parsimonia e diligenza: queste doti sono decisamente mancate a chi ha amministrato il paese fino ad ora.

Commenti

wpDiscuz
Menu