11 febbraio 2017 redazione@sora24.it
LETTO 858 VOLTE

Energia elettrica e acqua a scrocco: giro di vite dei Carabinieri di Sora e caccia ai furbetti

In quest’ultima settimana, i militari della Compagnia di Sora, al fine di contrastare il fenomeno del furto di energia elettrica e acqua, mediante allaccio abusivo alla rete o manomissione di contatori, hanno conseguito i seguenti risultati:

– il 9 febbraio, a Sora, i militari della locale Stazione Carabinieri, si sono recati presso l’abitazione di un pregiudicato trentenne per eseguire una perquisizione finalizzata alla ricerca di refurtiva. Durante l’atto di P.G., gli operanti hanno constatato che l’uomo si era allacciato abusivamente – con un cavo – al contatore dell’energia elettrica in uso agli uffici del locale Centro dell’Impiego, alimentando la propria abitazione. Il prevenuto, tratto in arresto per furto aggravato continuato, espletate le formalità di rito, è stato poi ricondotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari;

– nella serata del 10 febbraio, a Fontana Liri, dopo una segnalazione del personale Enel, i militari della Stazione Carabinieri di Arpino hanno denunciato per furto aggravato una ventenne del, luogo poiché si era allacciata abusivamente alla rete dell’energia elettrica, alimentando illecitamente la propria abitazione;

– nella mattina odierna, a Strangolagalli, su segnalazione del gestore “Ato 5”, militari della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato, sempre per furto aggravato, un cinquantenne del luogo, poiché veniva accertato che il l’uomo, da alcuni mesi, si era allacciato – abusivamente – alla rete idrica, alimentando illecitamente la propria abitazione.

Commenti

wpDiscuz
Menu