8 aprile 2014 redazione@sora24.it
LETTO 794 VOLTE

«Farmacia Comunale di Sora: 16mila euro di deficit»

«Ancora avvolto nella confusione più totale il destino della nostra Farmacia Comunale. Va specificato, se mai qualcuno ancora non lo avesse capito, che stiamo parlando di una delle pochissime risorse che, almeno fino ad oggi, non stanno tentando di scipparci. Proprio in virtù di questa considerazione, sarebbe giusto pretendere che tale istituzione sia gestita nella massima trasparenza e con chiarezza nei confronti dei cittadini. Ahinoi, ciò non sta ancora avvenendo.

In un panorama pieno di incertezze, quindi, esiste un’unica sicurezza: il rosso di bilancio. L’ultima riunione del Consiglio d’amministrazione dell’ente ha confermato il bilancio che presenta un deficit di ben 16mila euro, fino al 31 dicembre del 2013. Di fronte a questi numeri, diventa più che mai urgente capire cosa si intende fare e quali programmi saranno ritenuti attuabili da parte delle componenti dirigenziali. A questo proposito, sorprende non poco che il nuovo farmacista (peraltro proveniente dal cassinate e non dal nostro territorio) non sia stato ancora presentato alla cittadinanza, dopo mesi dal suo ingresso nella Farmacia Comunale.

A questo, si aggiunga l’attuale mancanza di concretezza nelle parole e negli obiettivi da tempo prefissati, con particolare riferimento al progetto della creazione di una piccola ‘Casa della Salute’, per garantire ai cittadini un centro di analisi e terapie in grado di alleggerire e decongestionare le tradizionali strutture sanitarie. A questo punto, è lecito chiedere chiarezza nell’interesse stesso della Farmacia, ma soprattutto dei cittadini che vi fanno costantemente ricorso.

Inoltre, non possiamo non sottolineare come sia ancora attiva una deplorevole ‘guerra tra poveri’: la destinazione alla Farmacia del locale originariamente dedicato all’ UTR (Unità Territoriale di Riabilitazione) continua a creare non pochi disagi agli utenti. Disagi che, con ogni probabilità, potevano essere superati se l’idea di uno spostamento nella zona di via Marsicana fosse stata portata avanti con decisione. Ad oggi, la convenzione è stata rinnovata e dunque l’attuale sistemazione è confermata: è certamente una buona cosa che non ci sia da pagare l’affitto, ma forse, andando a servire una zona popolosa e priva di tale servizio come via Marsicana, si sarebbero potuto generare introiti molto maggiori. Di fronte a questa serie di forti dubbi (e al rosso di bilancio) non possiamo che sperare che chi di dovere, prima o poi, possa opporre qualche certezza in più».

Gruppo politico Insieme per Sora

Commenti

wpDiscuz
Menu