26 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 1.255 VOLTE

«Federica Mangiapelo è annegata nel lago di Bracciano»: svolta nelle indagini

Svolta nelle indagini sulla morte della giovanissima ragazza figlia di un ambulante originario di Alatri

Secondo il gip di Civitavecchia, Federica Mangiapelo, la sedicenne trovata senza vita sulla riva del lago di Bracciano all’alba del 01 Novembre 2012 sarebbe annegata. Di conseguenza si sarebbe aggravata la posizione del fidanzato 25enne della ragazza, il barista Marco Di Muro, da subito indagato per omicidio volontario.

La ragazza, figlia di un ambulante originario di Alatri, non sarebbe morta a causa della sua miocardite, bensì dopo aver bevuto molta acqua del lago. A provare la tesi le numerose alghe di acqua dolce rinvenute in tutti gli organi del corpo esaminati. Le stesse alghe sarebbero state rinvenute sui vestiti di Di Muro. C’è da considerare tuttavia che Federica era un’esperta nuotatrice e non si spiega come possa essere annegata in 30 cm d’acqua.

Approfondimento

Commenti

wpDiscuz
Menu