30 novembre 2012 redazione@sora24.it
LETTO 1.008 VOLTE

FONTANA LIRI: cede la parte sinistra della diga Cesaroli. Protezione Civile, Vigili del Fuoco e Carabinieri sul posto

La parte sinistra della diga Cerasoli, situata nei pressi del cimitero di Fontana Liri, ha ceduto a causa della notevole portata del fiume, aumentata a causa delle copiose piogge cadute negli ultimi giorni. In particolare, la quantità di alberi e detriti vari ha ostruito la diga causando la rottura del braccio che regolava il passaggio dell’acqua. Di conseguuenza, l’acqua stessa ha forzato i margini lateralmente alla costruzione e sul lato adiacente alla strada statale, travolgendo una piccola costruzione; sull’altro lato, invece, ha trovato una via di fuga. Il cedimento ha provocato di riflesso anche alcuni danni alla diga di S.Eleuterio, situata più a valle, precisamente nei pressi della strada che da S.Eleuterio conduce a Campo S.Stefano.

Sul posto sono presenti la Protezione Civile, Vigili del Fuoco e i Carabinieri della Compagnia di Sora coordinati dal Cap. Ciro Laudonia, che stanno monitorando una situazione alquanto difficile. Si teme per la tenuta della diga. Per precauzione è stato bloccato il transito sulla strada adiacente la diga, le stradine limitrofe al fiume Liri: in particolare la Arce-Strangolagalli e la strada che da Fontana Liri conduce alla contrada Colli di Monte San Giovanni Campano (il cosiddetto “ponte dei francesi”).

Vittorio Casciano, appartenente alla Protezione Civile Santa Barbara, ha dichiarato a Sora24 alle ore 18:45: “Il deflusso delle acque del Liri sta diminuendo. Ci sono però vari detriti che purtroppo continuano a fare pressione sulla diga. E’ stato installato un gruppo elettrogeno per illuminare l’area e monitorare la diga tutta la notte. A questo punto, si spera che non di verificano ulteriori precipitazione. In tal caso a partire da domani mattina inizierà la rimozione dei detriti”.

Lorenzo Mascolo – Sora24
Foto tratta da pdfontanaliri.it

Commenti

wpDiscuz
Menu