16 aprile 2012 redazione@sora24.it
LETTO 606 VOLTE

Gabriele Di Vito: “All’assessore Petricca piace avere sempre l’ultima parola e cercare di rigirare la frittata anche quando è ormai bruciata”

All’assessore Petricca piace avere sempre l’ultima parola e cercare di rigirare la frittata anche quando è ormai bruciata. Nessuno gli ha mai fatto insulti personali ma le critiche alla sua attività di amministratore possono essere legittime. Se ritiene di dover essere immune da critiche solo perché ben 275 sorani gli hanno espresso la preferenza ponendolo al quinto posto fra gli eletti, si sbaglia di grosso. Ogni volta alle critiche sembra rispondere “noi abbiamo vinto, i sorani ci hanno investito della loro fiducia, quindi adesso voi state zitti”. Purtroppo per lei, caro assessore, in democrazia non è così.

Per quanto riguarda la questione della “Passione vivente”, di cui sembra volersi continuamente scrollare il peso di dosso raccontando fandonie, non dica sciocchezze raccontando che la Passione non è stata rappresentata poiché le associazioni non gliene hanno fatto richiesta, tutto questo è ridicolo, quando il Presidente dell’Associazione “I Templari” si è pubblicamente lamentato  per NON AVER AVUTO RISPOSTA alla richiesta del contributo deliberato l‘anno precedente e NESSUN IMPEGNO per quest‘anno. E comunque, se come millanta non avesse avuto notizie dalle associazioni per quanto riguarda la rappresentazione pasquale, avrebbe dovuto preoccuparsi del motivo, è questo il suo compito di assessore alla cultura.

Oggi anche un consigliere di opposizione di un’altra compagine sottolinea che non condivide le scelte di quest’anno che hanno privilegiato le frivolezze inutili di pasquetta alle tradizionali iniziative delle Passioni Viventi.

Per quanto riguarda la questione dei mutui accesi dall’amministrazione Casinelli: lei espresse parere favorevole quando era in maggioranza e contrario una volta passato in opposizione in uno dei suoi mille travestimenti. Ma poco importa ai cittadini sorani del suo ormai celebre  trasformismo: sono le opere finanziate con quei mutui che hanno permesso di sistemare strade e marciapiedi ridotti in pessimo stato da decenni di assenza di adeguate opere di manutenzione. Noi adesso invece esprimiamo la nostra contrarietà sulla pessima conduzione del completamento di quelle opere, appaltate dalla scorsa amministrazione e che voi avete condotto in maniera approssimativa: è sotto gli occhi di tutti l’asfalto realizzato sulle strade del centro appena qualche mese fa e già in pessime condizioni, anzi in pessime condizioni già si presentava nel momento in cui fu realizzato. Ma questo non è suo compito di assessore alla cultura.

Sulla gestione dell’emergenza neve i nostri appunti vanno al costo della stessa (si parla di due milioni e mezzo di euro tra gestione dell‘emergenza e danni patrimoniali!), che ricadranno totalmente su noi cittadini, nonostante che a Sora siano venuti in visita il Presidente della Regione e il Presidente del Consiglio Regionale a farsi belli e a vantare il “modello Sora”. A fronte di quelle onorevoli visite non sembra che finora un solo euro sia stato destinato come rimborso di spesa alla nostra città, tutto ciò come sempre esempio della filiera di centrodestra fra amministrazione regionale, provinciale e cittadina, filiera che sta invece portando anche tutta la Regione al tracollo finanziario, con finanziamenti stanziati e trasferimenti mai arrivati alle amministrazioni, con ditte che lamentano mancati pagamenti a fronte di lavori effettuati anche da più di un anno a questa parte! Ma anche questo non è suo compito di assessore alla cultura.

Per chiudere, caro assessore, lei che tanto cerca di buttare fumo negli occhi dei cittadini, la prossima volta non si sottragga ai confronti diretti con De Donatis, come ha fatto in occasione del faccia a faccia proposto da Sora24 il 12 aprile. Ci metta la faccia invece di metterci solo la penna e farci sorridere dei suoi scritti festivi proposti nei giorni di Pasqua e nella domenica successiva.

 Il Coordinatore di Patto Democratico – Gabriele Di Vito

Commenti

wpDiscuz
Menu