17 marzo 2012 redazione@sora24.it
LETTO 396 VOLTE

Gianluca Paesano (PSI): “A Sora è ripartita una nuova spregiudicata stagione di finanza creativa”

Nemmeno il tempo di gioire per la risoluzione della crisi–politico amministrativa, che Tersigni dovrà affrontare un’altra questione spinosa e spiegarla ai cittadini. Questa volta però molto più seria e preoccupante.

Nella dura lettera di dimissioni da componente del collegio dei Revosori dei conti la Dott. Marrone scrive che “sono venute a mancare da diverso tempo le giuste prerogative di rispetto da parte dell’Ente che tale incarico preclude”, lamenta una “mal gestione nei confronti di una figura professionale di cui probabilmente non si sono ben compresi i compiti e le responsabilità”, sottolinea che “il Revisore dei conti rappresenta colui il quale appone la propria firma su parei  finanziari, bilanci preventivi e consuntivi, ed infine, criticando aspramente le scelte operate dall’amministrazione, motiva il gesto concludendo che “è venuta a mancare la giusta valutazione tra ciò che va considerato necessario e viceversa”. Parole messe nero su bianco da una stimata professionista che era stata nominata nel 2010 dall’ allora opposizione, oggi maggioranza, per svolgere un compito delicato e di controllo.

Parole sconcertanti che confermano il malessere, malcelato e multiforme, che attanaglia i consiglieri e le persone vicine a questa maggioranza, e che noi del PSI non possiamo far cadere nel vuoto. E sarebbe un grave errore pensare che le dimissioni della Dott. Marrone siano ascrivibili al ritardo nei compensi dovuti. La verità è un’altra: a Sora è ripartita una nuova spregiudicata stagione di “finanza creativa”, la stessa che già in passato e per un decennio ha prodotto per le casse comunali un disastro finanziario con cui l’amministrazione Casinelli ha dovuto fare i conti risolvendolo in maniera eccellente. Del resto gli “indizi” a supporto di questa nostra tesi ci sono tutti, a cominciare dall’Assessore al Bilancio.

Gianluca Paesano

Commenti

wpDiscuz
Menu