venerdì 2 agosto 2013 redazione@sora24.it

Gmg a Rio de Janeiro: le straordinarie emozioni dei giovani della diocesi di Sora Aquino Pontecorvo presenti in Brasile

Un’esperienza di vita ma soprattutto di fede, Unica, Straordinaria ed Indimenticabile, quella vissuta dai giovani della Pastorale Giovanile di Sora Aquino Pontecorvo dal 22 al 28 Luglio a Rio de Janeiro durante la XVIII Giornata Mondiale della Gioventù insieme a Papa Francesco e con oltre 3 milioni di giovani provenienti da tutto il mondo.

Raccontare gli incontri, i sentimenti, le sensazioni vissute in questi pochi ma intensi giorni è davvero difficile. Tra i tantissimi momenti che hanno segnato la presenza di questi ragazzi a Rio sicuramente bisogna ricordare:

  • La catechesi tenuta da S.E.za Card. Angelo Bagnasco dal tema “Sete di speranza, sete di Dio” e la Messa in cui i giovani italiani hanno donato ai brasiliani della Parrocchia di San Paolo Ap. di Rio, che li ospitava, una statua della Madonna di Loreto ed il Crocifisso di San Damiano
  • La catechesi di S.E. Mons. Mariano Crociata: “Essere discepoli di Cristo” in cui i nostri giovani sono stati diretti protagonisti con un intervento ed un bel dialogo instaurato con il Segretario Generale della CEI incentrato sul ruolo e sulla testimonianza del discepolo e sul significato del discepolato in particolar modo al rientro dalla GMG
  • Il pellegrinaggio sulla cima del Corcovado, dove si trova la suggestiva statua del Cristo Redentore, caratterizzato da un gioioso momento di allegria, in cui i nostri giovani si sono uniti nei canti e nelle danze con un gruppo di giovani Brasiliani e da una singolare sfida, che ha incuriosito i presenti, a colpi di Bans con altri gruppi di tutte le nazionalità
  • La festa degli italiani al Maracarazinho durante la quale i ragazzi hanno riso, cantato, scherzato insieme altri connazionali ed alla simpatica mascotte realizzata dall’artista del gruppo, ma anche la commovente testimonianza dei genitori di Chiara Luce
  • L’arrivo giovedì sera del Papa a Copacabana che ha fatto emozionare tutti i presenti
  • La veglia del Sabato caratterizzata dalle semplici ma profonde parole di Papa Francesco che hanno fatto commuovere i nostri giovani entrando e facendo sussultare i loro cuori
  • Il più grande Flash Mob della storia organizzato per salutare Papa Francesco
  • La Santa Messa della Domenica, in cui i nostri giovani erano in prima posizione, a 50 m. dal palco, occupata il giorno precedente all’alba e custodita gelosamente per tutta la notte
  • Il momento della Consacrazione in cui, come hanno raccontato gli stessi ragazzi sulla spiaggia di Copacabana, è sceso un incredibile silenzio e come anche le pale degli elicotteri si fossero in quell’istante fermate per rendere il doveroso silenzio del momento

Ma forse il modo migliore per provare a descrivere l’indescrivibile emozione provata da Riccardo Petricca (Responsabile del Gruppo, Sora), Maria Caterina De Blasis (Vice-Responsabile del Gruppo, Civitella Roveto), Elisa Giannetti (Castrocielo), Antonio/Adriana/Pasquale/Marilina Rinaldi (Famiglia di Isola del Liri), Sefora Silvestri (Civitella Roveto), Concetta Geremia (Civitella Roveto), Matteo Salustri (Civitella Roveto), Daniela Ricci (Civitella Roveto), Samuele Di Marco (Capistrello) durante questa GMG è provare con alcuni dei post pubblicati su facebook e dei tweet inviati dagli stessi:

  • #sonoarioperché voglio vivere da protagonista la mia Vita
  • Tutti sani e salvi, purtroppo rientrati nella routine della quotidianità dopo questa straordinaria esperienza, portando un ricordo unico ed immenso nel cuore che ci accompagnerà per sempre
  • #chiedimisesonofelice ieri sulla spiaggia di Copacabana la brezza delle onde dell’oceano anticipava la felicità del Paradiso
  • Voi starete iniziando la Messa in Parrocchia, per noi invece è l’alba sulla spiaggia di Copacabana. Questa è veramente Esperanca do Amanhecer (L’alba della Speranza – inno della GMG Rio2013)
  • Sta arrivando il Papa, sulla spiaggia di Copacabana si respira una brezza leggera portata dalle onde dell’oceano…io non conosco il profumo del Paradiso ma immagino che sia molto simile a quello che stiamo sentendo questa sera qui
  • Un’emozione veramente unica ed indescrivibile, abbiamo pregato con voi e con i milioni di giovani di tutto il mondo che stasera sono qui insieme nel nome di Papa Francesco e di Cristo
  • Sta iniziando la veglia qui sulla spiaggia di Copacabana. Una inspiegabile emozione. Site nei nostri cuori e nelle nostre preghiere. CRISTO E’ GRANDE.
  • Meu coração e minha mente ainda estão na praia de Copacabana.
  • Si va a dormire con Rio nel cuore e nella mente…stasera ho rincontrato tanti amici, parenti, e tutti volevano un racconto un emozione provata a Rio in questi giorni, anche degli sconosciuti mi salutavano e volevano un abbraccio…ogni volta che raccontavo quelle sensazioni mi tornavano i brividi sulla pelle e mi sforzo per trattenere le lacrime…
  • Giornata Mondiale della Gioventù a Rio De Janeiro… Tra i meravigliosi colori del Brasile, tra difficoltà e divertimento… Il tutto avvolto da una gioia e una fede immensa
  • Sono appena rientrato a casa dalla GMG…in questo momento sono distrutto, stremato, a pezzi per la fatica, i 1000problemi, contrattempi ed imprevisti di questi giorni e per il lungo e turbolento viaggio di ritorno anche questo segnato come tutta la GMG da non pochi casini. Ma nonostante tutto non riesco a dormire, nemmeno a chiudere per un istante gli occhi perché se solo ci provo nella mia mente appare la spiaggia di Copacabana e le onde dell’oceano travolgenti con una forza devastante, che mai prima avevo provato facendo il bagno nel Mar Mediterraneo, questa forza è analoga a quella della preghiera dei milioni di giovani che erano lì. Le emozioni provate in questa settimana, le sensazioni indescrivibili vissute sulla spiaggia di Copacabana all’arrivo del Papa, la notte della veglia, l’alba sulla spiaggia, la Santa Messa, l’angelus fino all’annuncio della prossima GMG a Cracovia, la gioia, l’affetto e i canti dei giovani brasiliani conosciuti sul Corcovado dove il Cristo Redentore ci accoglieva con le sue braccia allargate, le catechesi, l’amore materno di donna Celeste con la sua palpabile tenerezza nei nostri confronti e di tutti meravigliosi amici del gruppo della diocesi che ho avuto modo di conoscere e con cui ho condiviso queste esperienze a Rio, scorrono nel mio sangue arrivando più dell’adrenalina a pompare incessantemente nel mio cuore. In questo momento mentre sto scrivendo questo post, come un bambino le lacrime stanno uscendo dai miei occhi e sgorgano come la pioggia che ci ha accompagnato a Rio in questi giorni e mi vengono i brividi su tutta la pelle ripensando ai momenti stupendi vissuti…GRAZIE AI RAGAZZI, AMICI DA OGGI FRATELLI NELLA FEDE CON CUI HO CONDIVISO QUESTI MERAVIGLIOSI MOMENTI MA SOPRATTUTTO GRAZIE DIO PER QUELLO CHE CI HAI FATTO VIVERE IN QUESTI GIORNI.

Come si può intuire le emozioni non sono mancate durante i 6 giorni in cui si è svolta la GMG di Rio, così come non sono mancati, anzi tutt’altro, i problemi, le difficoltà logistiche e di comunicazione, gli imprevisti ed i contrattempi e soprattutto le tante fatiche. Ma queste non erano altro che un momento necessario che anticipava, come ci insegna tutta la storia della cristianità, il meraviglioso momento finale vissuto sulla spiaggia di Copacabana durante la veglia e la Messa di Papa Francesco le cui parole e i cui gesti semplici hanno per sempre segnato il cuore di questi giovani.

I nostri giovani ci tengono a salutare e ringraziare

  • tutti i ragazzi con cui sono stati uniti nella preghiera, ed anche con un emozionante collegamento in diretta telefonica, durante la veglia organizzata sia a Pontecorvo che a Sora dove era presente anche il Vescovo.
  • Don Giandomenico Valente e Rino Troiani responsabili della Pastorale Giovanile diocesana e gli altri responsabili delle zone pastorali che hanno organizzato il viaggio in Brasile
  • Don Enzo Venditti missionario in Brasile da oltre 40 anni che con sacrificio da San Paolo ha fortemente voluto essere presente all’arrivo in aeroporto ed accompagnato ed aiutato i ragazzi nei primi giorni di permanenza a Rio caratterizzati da svariati disagi
  • Donna Celeste che a Rio ha accolto ed ospitato con tenero e materno amore i nostri ragazzi come testimoniato dalla toccante intervista in diretta su TV2000 (Clicca qui per guardare)
  • Don Giuseppe Basile e Don Giovanni De Ciantis che hanno mirabilmente guidato e seguito il cammino di preparazione nei mesi antecedenti la GMG
  • Don Franco Geremia parroco di Civitella Roveto che sin dalle prime GMG degli anni 90 ha creduto in quest’esperienza cristiana e che ha da sempre aiutato, incoraggiato e seguito costantemente in prima persona i ragazzi come dimostrato dalla forte presenza di giovani di questa città alla GMG di Rio come anche nelle precedenti
  • I volontari di Casa Italia e del COL brasiliano che nonostante le tantissime difficoltà hanno, con grande fede e sacrificio, cercato di aiutare nel migliore dei modi i milioni di pellegrini
  • Le loro famiglie che con l’esempio cristiano e con sacrificio hanno permesso di vivere quest’esperienza
  • L’ultimo, ma ovviamente più sincero, ringraziamento va a S.E. Mons. Gerardo Antonazzo che, ben conoscendo da protagonista le GMG, ha accompagnato e seguito in prima persona il cammino di preparazione dei ragazzi e nell’incontro di Canistro del 13 Luglio partendo dal tema della GMG di Rio2013 «Andate e fate discepoli tutti i popoli!» ha ribadito come ‘…andavano a Rio con i giovani della diocesi, ma tornavano da Rio per tutti i giovani…’. Veramente toccante è stato il momento in cui i giovani, dall’autobus che da Fiumicino li ha con un sorprendente cambio di programma, che tutti tranne l’autista ignoravano, sono scesi a Civitella Roveto dove erano presenti le famiglie gli amici, Don Franco ed altri sacerdoti ed in cui per primo il Vescovo ha voluto, nonostante l’orario aspettare per salutare ed abbracciare per primo personalmente tutti i ragazzi.

[nggallery id=1037]

Commenti

wpDiscuz
Menu