4 ottobre 2016 redazione@sora24.it
LETTO 1.830 VOLTE

Grande evento a “Palazzo Sora”, prestigioso edificio nel cuore di Roma intitolato alla città volsca

Nell’Aula Magna di Palazzo Sora a Roma, al Corso Vittorio Emanuele II, 217, nel cuore della città capitolina, Giovedì 6 ottobre prossimo, alle ore 16,30, si potrà assistere alla presentazione dell’ultima raccolta di poesie del giornalista e scrittore Renato Romano con la quale è in giro in tutta Italia: “Prigioniero ad Auschwitz” poesie, 1990-2004.

Il libro è edito nella collana “Tracciare Spazi” della nota Casa editrice Europa Edizioni, la cui distribuzione è a cura di Messaggerie libri del Gruppo editoriale Feltrinelli. La raccolta è suddivisa in quattro sezioni tematiche: VITA, AMORE, FANTASIA, L’ESTATE. Il florilegio prende il titolo da una singola lirica tra le tante altre, ispirata proprio agli orrori e alle atrocità del più noto campo di concentramento al mondo, conosciuto anche come campo di morte. Il testo si fa carico di rendere omaggio, ma soprattutto di ricordare, i tantissimi milioni di Ebrei deportati nei campi di sterminio nazisti nel periodo della seconda guerra mondiale. Autrice della prefazione è la Prof.ssa Flavia WEISGHIZZI, autorevole critico letterario ed editor della raccolta.

Il libro è dedicato al compianto amico Prof. Luigino POLONI, che per l’Autore è stato maestro e sostenitore del suo amore per la poesia. Tanti sono i personaggi del mondo dello spettacolo, della letteratura e dello sport ai quali l’Autore ha voluto dedicare suoi versi, come la compianta poetessa e scrittrice Maria LUISA SPAZIANI, che Romano ha conosciuto e frequentato per anni e alla quale ha voluto dedicare la lirica “Nella foresta nera”, componimento che è stato magistralmente interpretato dalla giovane attrice Giulia MUSCIACCO nella breve videoclip (booktrailer) promozionale del libro. La clip si può visionare sul Canale Youtube.

Renato Romano, è nato a Venezia nel 1967, vive in Campania. E’ una delle giovani voci della nuova poesia di oggi. Il suo nome figura nel Compendio degli Autori Italiani del Secondo ‘900. L’esordio arriva nel 1992, con la silloge “Lucia”, una raccolta di poesie d’amore, ispirate e composte a un’unica donna, musa ispiratrice del poeta, con la quale si è fatto conoscere al grande pubblico. Ha in preparazione due romanzi e un libro di interviste ad artisti e cantanti della canzone napoletana, molti dei quali non sono più in vita, come Sergio Bruni, Aurelio Fierro, Roberto Murolo ed altri. E’ giornalista pubblicista. Lavora, e collabora, a giornali e riviste.

L’incontro è a cura del Sindacato Libero Scrittori Italiani, il cui Presidente è il Prof. Francesco MERCADANTE. I relatori che interverranno alla serata sono la Prof.ssa Flavia WEISGHIZZI, critico letterario ed editor del testo; il Dr. Mariano LAMBERTI, poeta e noto regista cinematografico, conosciuto al grande pubblico. Tra i suoi films più noti, “Non con un bang”, presentato alla cinquantaseiesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione “Nuovi Territori” e “ Good As You” – Tutti i colori dell’amore, uscito nel 2012 in tutte le sale.

Per quanto riguarda sue pubblicazioni, due sono le raccolte di poesie all’attivo: “Dopo il dolore”, Liberodiscrivere, Genova 2006 e “La supplica di Brahma”, con prefazione di Filippo La Porta, Graphe.it edizioni, Perugia 2015. Il Dr. Rocco CESAREO, regista cinematografico, noto al grande pubblico per uno dei suoi film più importanti e famosi, “Gli angeli di Borsellino” – Scorta QS 21, girato nel 2003 a Palermo, che narra le vicende della scorta di Paolo Borsellino fino al tragico 19 luglio 1992, quando il magistrato palermitano ed alcuni componenti della sua scorta rimasero vittima di un attentato mafioso in Via D’Amelio. Modera l’evento il Dr. Elia FIORILLO, giornalista e scrittore.

CENNI DI STORIA SU PALAZZO SORA – CLICCA QUI

Mariano Lamberti (Pompei, 1967) è un regista e poeta
Laureato in Filosofia all’Università Orientale di Napoli, si è poi diplomato nel 1992 presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma e nel 1996 presso la New York Film Academy[1]. Nel 1997 ha realizzato in collaborazione con Roberta Calandra il documentario “Una storia d’amore in quattro capitoli e mezzo” sulla vita dello scrittore ebreo Brett Shapiro, che ha vinto il Premio “Libero Bizzarri” Sezione Storia[2] ed è stato distribuito dal quotidiano L’Unità[1].

Del 1998 è il suo primo lungometraggio Non con un bang che viene presentato alla 56ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione “Nuovi Territori” Ha lavorato come regista  per rai (colpi di sole 2007) e mediaset(Il peccato e la vergogna 2013) Nel 2010 ha diretto un episodio del film documentario Napoli 24 insieme a Paolo Sorrentino,e Pietro Marcello. Nel 2012 è uscito nelle sale il suo secondo film: Good As You – Tutti i colori dell’amore,

Nell’autunno del 2017 dirigerà il suo terzo lungomentrggio “Bandiera rosa” sul controverso personaggio di mario Mieli ha pubblicato due raccolte di poesie : Dopo il dolore, Liberodiscrivere, Genova 2006 – I
La supplica di Brahma, prefazione di Filippo La Porta, Graphe.it edizioni, Perugia 2015 –

Commenti

wpDiscuz
Menu