20 ottobre 2014 redazione@sora24.it
LETTO 2.402 VOLTE

I mondiali giovanili di karate in Polonia parlano sorano: Polsinelli e Di Piro sul podio

Si sono conclusi ieri, a Stettino, in Polonia, i campionati del mondo giovanili di karate con un nuovo trionfo da parte della scuola sorana Aks Funakoshi karate Sora. Tre sono alla fine le medaglie iridate conquistate dalla compagine in forza alla nazionale CKI: Guido Polsinelli conquista addirittura due medaglie: il bronzo (quarto posto) nel kata ed il bronzo (terzo posto) nel kumite; Francesco Di Piro conquista il bronzo nel kumite.

Buone le prestazioni anche degli altri sorani in gara: Francesco Maria Bruni, Ginevra Montanaro e Matteo Castagna hanno tenuto testa fino alla fine ai loro pari grado. I ragazzi sono stati accompagnati ed assistiti dal Commissario tecnico della nazionale giovanile, il M. Luigi Bruni, che ha svolto un lavoro di grande qualità. Sugli spalti, ad incitare i ragazzi dal primo all’ultimo momento, c’erano i genitori, l’altro Maestro, Francesco Bucci, ed il Presidente nazionale dell’AKS Italia, Roberto Polsinelli.

Il C.T/M. Bruni: «anche quest’anno, per il quarto anno consecutivo, siamo riusciti a riportare a casa delle medaglie in un competizione internazionale di altissimo livello tecnico e ciò ci da la forza per migliorarci sempre di più ed essere sempre più competitivi. Per me è stata la prima esperienza da Commissario tecnico e, sinceramente, ho accusato un po’ di emozione anche se, nel momento in cui i miei ragazzi sono entrati in gara, si è trasformata in massima concentrazione e grande determinazione. Volevo ringraziare tutti i miei ragazzi, compresi quelli che non fanno parte della mia scuola, perché, al di là del risultato agonistico, comunque eccezionale, sono stati formidabili sotto tutti i punti di vista».

Il Presidente AKS Roberto Polsinelli: «Anche per il sottoscritto è stata la prima trasferta da Presidente e ci tenevo molto affinché tutto andasse per il meglio, sia sul piano sportivo e sia sul piano prettamente organizzativo. Voglio ringraziare tutti, il M. bruni, il M. Bucci, i ragazzi, i genitori, tutti impeccabili e straordinari».

Roberto Polsinelli

Commenti

wpDiscuz
Menu