21 giugno 2012 redazione@sora24.it
LETTO 2.208 VOLTE

Il carabiniere cassinate Tommaso Mella ucciso dal suo superiore a causa di una lite

Omicidio-suicidio all’interno della caserma di Mignano Montelungo, nel Casertano. Il cassinate Tommaso Mella (40enne) vice-comandante dei carabinieri, è stato ucciso oggi con l’arma d’ordinanza dal suo superiore, il comandante Angelo Simone (ultracinquantenne), che poi si è tolto la vita.

Tommaso Mella era residente a Cassino e proveniva da una famiglia di militari. La tragedia sarebbe scaturita da una lite tra i due carabinieri dovuta a dissapori per motivi di servizio.

Commenti

wpDiscuz
Menu