15 giugno 2014 redazione@sora24.it
LETTO 499 VOLTE

Il Movimento 5 Stelle di Sora in difesa dell’Ospedale

L’ospedale presenta i sintomi degli effetti di scelte politiche sbagliate compiute negli anni passati, accentuate con la giunta Polverini e proseguite ora da quella Zingaretti

«Gli esponenti delle istituzioni e di molte forze politiche, sorane e non, stanno concentrando i loro sforzi e le loro energie in azioni sempre più decise in difesa del “SS. Trinità”. Non spetta agli attivisti giudicare se si tratta di azioni adeguate o meno, oppure compiute in ritardo o tempestivamente; sarà il risultato che otterranno ad indicarne l’efficacia. Si esprime apprezzamento e solidarietà per la scelta adottata dal Sindaco di iniziare lo sciopero della fame. Oltre a sostenere queste azioni, i prossimi impegni degli attivisti prevedono un incontro per lunedì con i consiglieri regionali e per il 20 giugno lo svolgimento a Sora del Tavolo Sanità provinciale, con i vari meetup della provincia, alla quale prenderanno parte l’on. Luca Frusone e il consigliere regionale Davide Barillari, per fronteggiare il dramma che la sanità vive nella nostra città e nel resto dell’A.S.L..

L’ospedale presenta i sintomi degli effetti di scelte politiche sbagliate compiute negli anni passati, accentuate con la giunta Polverini e proseguite ora da quella Zingaretti. Il PD governa la regione, alle elezioni europee si è affermato come primo partito anche nella nostra città, pertanto gli attivisti del meetup di Sora esortano i responsabili locali del Partito Democratico ad incidere in maniera concreta per la salvaguardia del nosocomio. In particolare, in previsione dell’imminente visita del Presidente della Regione, si domanda: quali azioni intende intraprendere a supporto della difesa dell’ospedale? Si chiede, altresì, di voler chiarire la propria posizione in merito alle scelte operate dalla regione. Per il bene comune, si prega di voler dare un segno tangibile di discontinuità rispetto a tali scelte oppure di dichiarare apertamente di condividerle, andando incontro al giudizio degli elettori che vi hanno premiato con la loro fiducia. Quanto scritto non venga inteso come un attacco o una forte critica, bensì come una richiesta di assunzione di responsabilità, un’esortazione o meglio ancora un appello a voler proteggere il diritto alla salute di tutti gli abitanti del Distretto-C».

Il portavoce ed organizer del meetup – Fabrizio Pintori

Commenti

wpDiscuz
Menu