CONTATTA LA NOSTRA REDAZIONE
venerdì 22 aprile 2016

Infermieri Senza Frontiere: prevenire è meglio che curare… uno sguardo ai parametri vitali

Avete mai sentito parlare di parametri vitali? Sapete cosa sono e a cosa servono?

I parametri vitali sono indicatori indispensabili per valutare lo stato di salute dell’individuo. Essi variano a seconda che si trattino di rilevazioni eseguite su persone adulte, bambini o neonati. Ma andiamo nello specifico. Pressione arteriosa, frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e saturazione arteriosa sono i parametri che vengono rilevati come primo step nell’identificazioni di patologie associate ad alterazioni di uno di essi. Rilevazioni altresì importanti sono anche quelle che riguardano il dolore e la glicemia. Come facciamo a sapere se i nostri parametri vitali sono nella norma? Esistono valori di riferimento al di sotto o al di sopra dei quali, possiamo affermare di essere in buono stato di salute o meno. Per questo motivo è necessario mantenere i valori di questi indicatori in un range di normalità per evitare l’insorgenza di seri problemi. Come fare per mantenere lo stato di benessere ed essere al corrente del nostro stato di salute? Una frase recita: meglio prevenire che curare, ma che cosa significa prevenire? Per prevenzione si intende qualunque attività che riduca la mortalità o la morbilità dovute ad una certa patologia. Essere informati sull’eziologia delle patologie, venire a conoscenza del proprio stato di salute, avere utili consigli sul come gestire i propri problemi e su come affrontare le cronicità degli stessi, permette all’individuo di sentirsi garante del proprio corpo. Per questo, le attività di prevenzione sono parte della più ampia attività di “tutela della salute”.

L’INFERMIERE, professionista della salute, non può esimersi dal fare prevenzione. Nel profilo professionale dell’infermiere si parla diassistenza infermieristica preventiva” infatti la prevenzione delle malattie è una delle principali funzioni dell’infermiere insieme all’educazione sanitaria. Con l’educazione alla salute si vuole aumentare la coscienza individuale relativamente alla propria salute, migliorare la consapevolezza dell’utente favorendo il cambiamento di abitudini con saggia decisione. Promuovere un cambiamento sociale in grado di modificare la qualità di vita è un compito molto difficile e l’infermiere, come poche altre figure professionali, può essere determinante.

locandina-giornata-monitoraggio

Ecco il motivo per cui, gli INFERMIERI SENZA FRONTIERE, sulla base del progetto dell’Infermiere di Quartiere invitano tutta la popolazione, alla rilevazione dei parametri vitali. La prima giornata di monitoraggio dei parametri vitali avrà luogo gratuitamente nel centro storico Rione “Canceglie” della città di Sora presso la SOCIETA’ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO e il circolo ARCI “Canceglie” in Piazza Cesare Baroni, domenica 24 aprile dalle ore 10:00 alle ore 12:00. Non mancate! E ricordate “Mens sana in corpore sano.”

Infermieri Senza Frontiere

DOPO AVER LETTO QUESTO ARTICOLO MI SENTO
  • INDIGNATO
  • TRISTE
  • INDIFFERENTE
  • ALLEGRO
  • SODDISFATTO
CLICCA QUI E RISPONDI AL SONDAGGIO
Menu
Ciociaria24