26 luglio 2014 redazione@sora24.it
LETTO 878 VOLTE

Isola del Liri, bilancio comunale: Di Pucchio definisce Caringi “imbarazzante”

“Nell’ultima seduta del Consiglio Comunale abbiamo responsabilmente approvato il rendiconto relativo all’anno 2013 che, unitamente a quello dell’anno 2012, ha segnato ad Isola del Liri l’inizio di una politica amministrativa basata sulla trasparenza e sul risanamento dei conti dell’Ente. L’Assessore al Bilancio, Angelo Caringi, nel suo intervento, ha testualmente dichiarato: “Siamo fiduciosi di poter rimettere in sesto questo paese”.

Un’affermazione falsa e imbarazzante se si tiene conto che proprio le precedenti amministrazioni Quadrini hanno determinato le gravi difficoltà finanziarie in cui si trova il nostro Comune. Quadrini, infatti, negli scorsi anni, ha creato tutte le premesse della situazione debitoria attuale, basti pensare ai 787.500 euro elargiti in pochi anni alla locale squadra di calcio, oltre un milione di euro spesi per Piazza SS Triade per avere uno scempio nel cuore della città, un milione e duecentomila euro spesi per la Piazza di Capitino che è ancora chiusa. Opere bloccate, come la Caserma dei Carabinieri, debiti ingiustificabili come quelli accumulati con le ditte che si occupano della raccolta e del trattamento dei rifiuti.

Negli scorsi anni Vincenzo Quadrini ha posto le basi per la grave situazione debitoria del nostro Comune portando avanti una politica di Bilancio a dir poco “disinvolta”. Mediante il ricorso massiccio al meccanismo dell’applicazione di una percentuale delle entrate da oneri di urbanizzazione alla spesa corrente, ha fatto sì che la gestione corrente del comune fosse costantemente in deficit (uscite correnti maggiori delle entrate correnti).

Basti pensare che nel 2008 le entrate da oneri di urbanizzazione applicate alla parte corrente sono state pari a circa € 580.000,00, nel 2009 ad € 415.000,00 e nel 2010 ad € 787.500,00. A ciò si aggiunga che gran parte delle predette previsioni di entrate, pur avendo consentito di autorizzare la spesa di parte corrente, non si sono realizzate, determinato la gravissima crisi di liquidità in cui versa il nostro Comune. In altre parole, in passato sono stati spesi soldi mai entrati.

Una gestione disinvolta, che, però si è guardata bene negli anni di portare in evidenza e riconoscere una “valanga” di debiti fuori bilancio. Di questi debiti, di cui Quadrini, Caringi & Co. erano a conoscenza da anni, si è cominciato a parlare soltanto con il Bilancio di previsione 2013, che si proponeva di continuare la politica di risanamento finanziario del Comune di Isola del Liri inaugurata con il bilancio 2012.

Alla luce degli elementi di valutazione che precedono, le affermazioni che l’attuale Assessore al Bilancio, Angelo Caringi ha proferito nell’ultimo Consiglio, risultano addirittura imbarazzanti. Colui che è stato parte integrante, anche in veste di Presidente della Commissione Bilancio, di una compagine amministrativa che ha portato il nostro Comune nella gravissima situazione finanziaria attuale si propone di “rimettere l’Ente sui giusti binari”. Di fronte a tale affermazione, non resta che augurarsi che Caringi ed il suo gruppo si siano ravveduti! A noi non resta che una considerazione, a chi ha creato le condizioni per un vero e proprio dissesto finanziario del nostro Comune la responsabilità di porvi rimedio, ammesso che ciò sia possibile.

Antonella Di Pucchio
Capogruppo “Progetto Comune”

Commenti

wpDiscuz
Menu